|
adsp napoli 1
23 settembre 2022, Aggiornato alle 21,13
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Armatori

Crociere, nel 2015 l'Italia sfiorerà 11 milioni di passeggeri

Si ritorna a crescere. Nel 2014 la Liguria è stata la regione con più traffico, la Calabria quella pù dinamica. Civitavecchia, Venezia e Napoli i primi tre porti


Nel 2015 l'Italia dovrebbe movimentare 10,9 milioni di crocieristi, recuperando circa mezzo milione di passeggeri di questo tipo sul 2014 (+5,4%). Lo rende noto la società di analisi statistica Risposte Turismo. Le toccate nave saranno 4.566 (-2,3%) con Civitavecchia, Venezia e Napoli che restano nel podio dei porti che fanno più traffico di questo tipo. Civitavecchia movimenterà 2,3 milioni di passeggeri (+9,6%), Venezia 1,5 milioni (-10%) e Napoli 1,2 milioni (+7,7%). Le toccate nave saranno rispettivamente 806 (-3,1%), 498 (+2%) e 430 (+7,8%). Alla fine dell'articolo trovate una tabella riassuntiva.

«Quest'anno l'Italia tornerà a registrare movimenti di traffico in crescita sull'anno precedente, rispecchiando le scelte di alcune compagnie di ricollocare alcune navi» commenta il presidente Risposte Turismo Francesco di Cesare. «Sono alcuni esempi la Allure of the Seas di Royal Caribbean con scali regolari a Napoli, Civitavecchia e La Spezia; la Msc Preziosa e Msc Divina di Msc Crociere itineranti nel Mediterraneo occidentale; infine Costa Mediterranea a Trieste ed Msc Magnifica a Brindisi. Le analisi sugli sviluppi futuri dovranno tenere conto della possibilità di un consolidamento del settore nei prossimi anni, cosa che consentirebbe e giustificherebbe nuovi investimenti tanto sul fronte delle compagnie quanto su quello dei porti».

Il 2014
L'anno si è chiuso con una contrazione dell'8,2%, per un totale di circa 10,4 milioni di passeggeri movimentati, il valore più basso degli ultimi quattro anni. In calo anche le toccate nave, passate dalle 5.159 del 2013 alle 4.670 del 2014 (-9,5%). La regione che ha movimentato più crocieristi l'anno scorso è la Liguria, con una quota del traffico crocieristico nazionale pari al 22,9% e di toccate nave del 19,9%, movimentando 2,4 milioni di passeggeri (+4,7%) ed effettuando 930 approdi (+12,2%). Al secondo posto il Lazio con 2,1 milioni di passeggeri (-15,6%); terzo il Veneto con 1,7 milioni (-4,4%). 
 
A seguire altre statistiche del 2014. 

Concentrazioni di mercato
Liguria, Lazio e Veneto concentrano il 60% del mercato e la metà delle toccate. I primi dieci porti concentrano il 90% dei passeggeri movimentati ed oltre il 70% delle toccate nave. 

La regione che è cresciuta di più
La Calabria, sia in termini di passeggeri movimentati (+109,5%), sia di toccate nave (+16,7%).

Imbarchi e sbarchi
Venezia è il primo porto con oltre 1,5 milioni di passeggeri movimentati, seguito da Civitavecchia e Savona, rispettivamente con 730mila e 670mila passeggeri.

Transiti
Civitavecchia prima (circa 1,4 milioni), seguita da Napoli (poco più di 1 milione) e Livorno (624 mila).

I porti che movimentano più di un milione di passeggeri
Sono quattro. Civitavecchia, Venezia, Napoli e Savona. Tredici quelli che superano i centomila crocieristi.

Le regioni che non movimentano crocieristi
Delle quindici regioni bagnate dal mare, sono Abruzzo, Basilicata e Molise.

Le statistiche sono state elaborate sui dati di quaranta scali, pari al 94% del traffico crocieristico e al 91% delle toccate nave.