|
adsp napoli 1
03 febbraio 2023, Aggiornato alle 12,35
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2

Costi ingiustificati, Federal Maritime Commission stabilisce le procedure per reclami contro vettori

La commissione marittima federale degli Stati Uniti segnala già numerose denunce da parte dei caricatori


La commissione marittima federale degli Stati Uniti (Federal Maritime Commission - Fmc) sta registrando un forte aumento dei reclami sui costi poiché i caricatori rispondono positivamente all'Ocean Shipping Reform Act del 2022. Una delle aree chiave su cui si sono concentrate le riforme alla governance del settore sono state infatti le tariffe provenienti dai vettori. Caricatori e camionisti si sono lamentati con il Congresso degli Stati Uniti per il drammatico aumento delle spese di detenzione e controstallie (D&D). 

Dall'entrata in vigore della legge a giugno, la Fmc riferisce di aver ricevuto più di 175 richieste in meno di sei mesi. "I caricatori statunitensi hanno risposto positivamente alla nuova opportunità di contestare le spese del vettore", ha riferito Fmc in un annuncio che definisce nuovi processi per i reclami

Il vettore comune verrà contattato dal personale della commissione e gli verrà chiesto di rispondere al reclamo e di giustificare l'addebito o la tariffa oggetto di indagine. L'esito dell'istruttoria potrebbe comportare l'ingiunzione al vettore ordinario di dimostrare perché non gli si debba condannare a rimborsare i canoni od oneri pagati o a rinunciare ai canoni in questione. Quindi la Fmc deciderà se l'addebito è conforme, se è dovuto un rimborso o una rinuncia e se è opportuno un procedimento penale civile separato.