|
napoli 2
25 settembre 2020, Aggiornato alle 17,23
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2

Costa Crociere ricorre agli ammortizzatori sociali

La compagnia incontra in Liguria le segreterie territoriali di Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uil Trasporti e le RSU aziendali


Tutelare il lavoro ricorrendo anche agli ammortizzatori sociali. Una necessità emersa nel corso dell'incontro tra Costa Crociere e le segreterie territoriali liguri di Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uil Trasporti e le RSU aziendali per confrontarsi sul difficile momento del settore a causa della pandemia. Costa Crociere ha dovuto fermare le operazioni fino al 30 maggio e la situazione sui tempi di una ripartenza sono incerti. 

Le parti hanno valutato le misure da intraprendere per salvaguardare i posti di lavoro in modo da affrontare il periodo difficile fino alla ripartenza senza ricadute occupazionali, ma con il contributo equo e solidale di tutti i ruoli aziendali, compreso il management. 

È stato ritenuto indispensabile il ricorso agli ammortizzatori sociali e le parti si incontreranno di nuovo questa settimana per proseguire i lavori e definire un accordo che andrà a richiedere l'utilizzo dell'assegno di solidarietà tramite il fondo di solidarietà bilaterale del settore marittimo (Solimare).