|
napoli 2
19 settembre 2020, Aggiornato alle 22,47
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2

Coronavirus, OMS chiede lo screening in uscita dai porti

L'International Chamber of Shipping adotta tre semplici regole per prevenire la diffusione di questo nuovo virus

(Hector Retamal/AFP)

Screening in uscita dai porti e sensibilizzazione sulla profilassi, oltre alla collaborazione con le autorità sanitarie per gestire eventuali casi a bordo. L'International Chamber of Shipping (ICS), la "camera" di rappresentanza di circa l'80 per cento del tonnellaggio mercantile mondiale, ha diramato in una nota le nuove misure per contenere la diffusione del nuovo "Corona Virus" (2019-nCov) proveniente dalla Cina e che negli ultimi giorni ha registrato nuovi casi un po' in tutto il mondo.

Le misure riflettono i consigli diramati nei giorni scorsi dall'Organizzazione mondiale della sanità (OMS), la quale ha sottolineato che se queste procedure fossero diffusamente adottate non ci saranno «restrizioni inutili del traffico internazionale», ovvero che i porti, i camion e i treni merci potranno continuare a circolare.

Le misure sono le seguenti:
• screening in uscita dai porti per individuare eventuali passeggeri sintomatici;
• campagne di informazione sanitaria, soprattutto per sensibilizzare sulla prassi da adottare in caso di sintomi;
• collaborazione con le autorità pubbliche per la gestione dei casi.

L'ICS ha scritto a tutti i suoi membri chiedendo di seguire queste semplici indicazioni. «Abbiamo raccomandato a tutti i nostri membri di adottare le indicazioni dell'OMS. Come industria, comprendiamo appieno l'importanza di svolgere il nostro ruolo per fermare il virus», commenta il segretario generale dell'ICS, Guy Platten. «La navigazione – conclude - può continuare a essere il canale principale per il 90 per cento del commercio mondiale, garantendo una fornitura costante di medicine, cibo e carburante per i consumatori di tutto il mondo. Siamo grati che l'OMS abbia evitato una reazione istintiva, che non farebbe comodo a nessuno».