|
adsp napoli 1
13 agosto 2022, Aggiornato alle 15,15
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Logistica

Conflitto ucraino, ferrovie russe chiedono revoca sanzioni Ue

Secondo la società RDZ, l'Unione europea sta violando i suoi diritti fondamentali, oltre a diverse norme comunitarie


Una richiesta ufficiale all'Unione Europea affinché revochi le sanzioni. È stata presentata da RDZ, l'azienda ferroviaria nazionale russa,  tra le prime società ad entrare nella lista delle sanzioni dell'Ue pochi giorni dopo l'esplosione della guerra in Ucraina. Ora, sei mesi dopo, l'azienda ha chiesto di essere esclusa dalla black list, di fronte a una situazione finanziaria e operativa drammatica.

RZD, riferisce RailTech.com, ha affermato attraverso il canale Telegram che l'Unione Europea sta violando i suoi diritti fondamentali e diverse norme dell'Ue stessa. "Le sanzioni mirano a limitare la capacità delle ferrovie russe di svolgere funzioni sociali e sono discriminatorie rispetto alla popolazione della Federazione russa. Inoltre, contraddicono un numero significativo di norme di diritto internazionale e di atti dell'Ue stessa". Partendo da questi presupposti, RDZ chiede appunto la revoca delle sanzioni.
 

Tag: ferrovie