|
adsp napoli 1
23 settembre 2022, Aggiornato alle 21,13
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Politiche marittime

Concordia potrebbe galleggiare il 14 luglio

Lo ha annunciato Costa Crociere, se l'Osservatorio approverà e se il tempo sarà buono


di Paolo Bosso 
 
La compagnia Costa Crociere ha annunciato che il 14 luglio potrebbero iniziare le operazioni di galleggiamento del relitto di Costa Concordia, la nave da crociera naufragata sull'isola del Giglio il 13 gennaio di due anni fa. 
Il condizionale è d'obbligo per due motivi, normativo e logistico. Come precisa la stessa compagnia, «l'avvio dell'operazione è soggetta all'autorizzazione dell'Osservatorio e dovrà essere riconfermata anche in base alle previsioni metereologiche dei prossimi giorni. Pertanto la conferma ultima dell'inizio operazioni potrà essere fornita solo il giorno precedente». 

Che cos'è l'Osservatorio
L'Osservatorio di monitoraggio della Costa Concordia è una "squadra istituzionale" composta dai dicasteri di Ambiente, Trasporti, Salute e Interno, Protezione Civile, Arpat, Provincia di Grosseto, Vigili del Fuoco, Capitanerie e Ispra. Vi rientrano anche i privati di Titan Salvage e Micoperi -le due società ingegneristiche a cui è stato affidato il relitto- Costa Crociere e gli assicuratori Standard P&I e Royal Sun Alliance, ma solo in qualità di consulenti. L'Osservatorio serve a dare il nulla osta alla rimozione del relitto, visto che per la legge italiana è considerato "rifiuto speciale".

Circo mediatico
Sarà un evento molto seguito dalle televisioni. Si prevedono centinaia di giornalisti, tenendo conto che l'operazione di ribaltamento, avvenuta la notte del 17 settembre scorso, aveva contato circa 400 inviati provenienti da tutto il mondo. Il 13 luglio è previsto un incontro tra Costa Crociere e la stampa, nel corso del quale verrà confermato o no l'avvio del galleggiamento per il giorno successivo. Questa ipotetica data è quindi un vero è proprio D-Day, senza eufemismi (il d-day in una campagna militare indica un'azione già pianificata che però non ha ancora una data, vuoi per segretezza, vuoi perché viene annunciata, come in questo caso, il giorno prima).

Destinazione Genova
È ormai tutto pronto per l'ultima operazione prima dell'ultimo viaggio, che avverrà via traino alla velocità di 2,4 nodi, percorrendo circa 200 miglia in cinque giorni in direzione Genova, dove verrà smantellata in tre fasi

L'importanza del cassone
Il 3 luglio è stato installato l'ultimo dei 30 cassoni, degli scatoloni di metallo attualmente pieni d'acqua che, al momento giusto, si svuoteranno gradualmente per portare Costa Concordia alla linea di galleggiamento ottimale, che sarà di 18,5 metri, un pescaggio vicino a quello di una petroliera da 200mila tonnellate (Costa Concordia ha una stazza di 114mila tonnellate).