|
napoli 2
02 dicembre 2021, Aggiornato alle 14,30
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Politiche marittime

Concessione Venezia Terminal Passeggeri legittima, Anac sentenzia

Si conclude l'indagine dell'autorità anticorruzione, iniziata due anni fa. Non si riscontrano neanche conflitti di interesse nella gestione dei soci

L'area del Venezia Terminal Passeggeri (Larry Koester/Flickr)

Non ci sono anomalie sull'affidamento a Venezia Terminal Passeggeri (VTP) della gestione di parte del traffico commerciale del porto. Lo ha stabilito l'Autorità Nazionale AntiCorruzione (ANAC) dopo un'indagine iniziata con la visita ispettiva del 4 luglio 2018 e proseguita con le audizioni dell'ufficio Vigilanza Centrali di Committenza e Concessioni presso l'Autorità di sistema portuale dell'Adriatico Settentrionale. Non si ravvisano «criticità o anomalie», scrive l'ANAC, pertanto la concessione è legittima.

Anche sulla composizione societaria, su eventuali conflitti di interesse tra i soci privati e le aziende operatrici nel porto, ANAC non ravvisa problemi. «All'asserita carenza in capo a VTP - scrive - della presunta non riconducibilità dei soci privati della società ad imprese operanti nel porto, dalla documentazione acquisita, l'ANAC evince che sulla questione si era già espresso il ministero delle Infrastrutture al momento della sua costituzione nel 1997, confermando la legittimità della composizione societaria e dell'affidamento alla stessa dei servizi di interesse generale».

Inoltre, sebbene nel corso degli anni la compagine societaria abbia subito fisiologici mutamenti, «i soci continuano a rappresentare operatori attivi nel settore dello shipping. Chiarisce infine che nel corso delle dismissioni delle quote in capo all'Autorità Portuale è stata assicurata tramite gara la selezione dei nuovi soggetti subentranti nella compagine sociale».

Sollevato Fabrizio Spagna, presidente di VTP, sulla cui legittimità della concessione «non abbiamo mai nutrito alcun dubbio. È un'ottima notizia per la tutela della società, dei suoi azionisti, dei suoi dipendenti e della sua clientela in un momento di estrema complessità per le decisioni del Governo in merito al transito delle Grandi Navi a Venezia. Restiamo comunque ottimisti per il futuro e contiamo su una positiva evoluzione anche di questa vicenda».

-
credito immagine in alto

Tag: venezia