|
napoli 2
01 ottobre 2020, Aggiornato alle 18,41
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Infrastrutture

Civitavecchia, semestre in crescita

Nei tre scali laziali traffico segna +5 per cento


Per il sistema portuale laziale tutti positivi i dati di traffico del primo semestre 2016. Si è registrata, infatti, una crescita complessiva negli scali di Civitavecchia, Fiumicino e Gaeta, del 5 per cento, pari ad oltre 360mila tonnellate in più movimentate rispetto ai primi sei mesi dell'anno scorso.

Sono stati movimentati 8,168 milioni di tonnellate merce. Tra i singoli scali bene Civitavecchia, +6 per cento (+304 mila tonnellate), molto bene Gaeta, +35 per cento (+297 mila tonnellate), in calo Fiumicino, che nel primo semestre fa registrare una flessione del 13 per cento, pari a 238mila tonnellate in meno. Nel sistema portuale nel complesso sono in leggera flessione (-2%, -45mila tonnellate) le merci liquide, per un totale di 2,630 milioni di tonnellate. Le rinfuse secche invece sono cresciute dell'8 per cento, pari a 407mila tonnellate in più per complessivi 5,538 milioni di tonnellate. 

In crescita del 14 per cento il numero degli accosti, del 18 per cento i passeggeri di linea, del 28 per cento gli automezzi. Stabile il traffico di crocieristi pari a 840.582 unità al 30 giugno 2016 (166 crocieristi in meno rispetto al 2015), anche se diminuiscono gli imbarchi/sbarchi (-36.901) e crescono di ugual misura i transiti (36.735). 
 
Civitavecchia
Ha movimentato 5,439 milioni di tonnellate di merci, di cui il 5 per cento in merci liquide, pari a complessive 288mila tonnellate, in crescita del 21 per cento rispetto al 2015. Si incrementa del 5 per cento il traffico di merci secche (+254mila tonnellate) pari complessivamente a 5,151 milioni di tonnellate.  In crescita del 9 per cento il numero in complesso di container movimentati pari, al termine del primo semestre, a 35.889 teu, di cui +10 per cento i pieni e +5 per cento i vuoti.
Cresce del 15 per cento il numero degli accosti con un incremento del 31 per cento delle navi da carico e del 17 per cento delle navi di linea, stabile il numero di navi da crociera.
Per quanto concerne il traffico di passeggeri risulta in crescita del 6 per cento, di cui +18 per cento i passeggeri di linea e stabile il traffico di crocieristi, i primi risultano pari a 516.588, i secondi a 839.520 per complessivi 1.357.170 passeggeri imbarcati/sbarcati o transitati nei primi sei mesi dell'anno.
Tra i crocieristi diminuiscono gli imbarchi/sbarchi e si incrementano di egual misura i transiti. Si incrementano del 21% gli automezzi al seguito dei passeggeri, in leggera flessione i mezzi pesanti -3%.