|
adsp napoli 1
22 maggio 2024, Aggiornato alle 16,09
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

forges4
Armatori

Circa quindicimila navi da demolire nei prossimi dieci anni: le previsioni di Bimco

In questo quadro, è sempre più importante la piena attuazione della Convenzione internazionale di Hong Kong per il riciclaggio sicuro ed ecologicamente corretto


Nei prossimi dieci anni si prevede che verranno riciclate più di 15 mila navi con una capacità di portata lorda di oltre 600 milioni di tonnellate, più del doppio della quantità riciclata nei dieci anni precedenti, stima Bimco (Baltic and International Maritime Council). Con l'aumento dei volumi di demolizione, riferisce la testata online Offshore-Energy, è sempre più importante che la Convenzione internazionale di Hong Kong per il riciclaggio delle navi sicuro ed ecologicamente corretto (adottata nel 2009) sia ratificata e attuata.  

"In effetti, il riciclaggio dell'acciaio nei forni elettrici ad arco emette una quantità di gas serra significativamente inferiore rispetto alla produzione di acciaio grezzo e man mano che la rete elettrica si decarbonizza, le emissioni si ridurranno ulteriormente. Pertanto, il riciclaggio delle navi può continuare a svolgere un ruolo chiave nell'economia circolare", afferma Niels Rasmussen , chief shipping analyst di Bimco.

L'India e la Turchia, che sono due dei maggiori paesi per lo smaltimento delle navi, sono anche i principali produttori di acciaio con un'elevata percentuale di utilizzo di forni elettrici ad arco. Negli ultimi cinque anni, questi paesi hanno riciclato rispettivamente il 25% e il 34% della portata lorda delle navi e del numero di navi. Insieme al Bangladesh, il più grande paese al mondo per la demolizione di navi, e al Pakistan, questi primi quattro paesi hanno riciclato il 96% della capacità di portata lorda e il 77% delle navi negli ultimi cinque anni.

Negli ultimi dieci anni, ricorda Offshore-Energy, sono state riciclate 7.780 navi con una portata lorda di 285 milioni di tonnellate. La maggior parte della capacità utile riciclata (60%) è stata costruita negli anni '90. Nei prossimi dieci anni, le navi costruite negli anni 2000 saranno la principale fonte di riciclaggio, ha spegato Bimco. Rispetto agli anni Novanta, durante gli anni 2000 è stata costruita più del doppio della capacità utile lorda e ciò determinerà l'atteso aumento delle demolizioni. La capacità utile costruita durante gli anni 2010 è aumentata di un ulteriore 65%, il che potrebbe portare a livelli ancora più elevati di riciclaggio tra dieci o vent'anni.