|
napoli 2
30 settembre 2020, Aggiornato alle 08,52
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Armatori

Carnival chiude miglior trimestre di sempre

Utile netto a 1,4 miliardi. Per quest'anno si prevede una cassa operativa intorno ai 5 miliardi


Il gruppo Carnival Corporation ha chiuso il secondo trimestre dell'anno con il miglior risultato di sempre. L'utile netto è stato di 1,4 miliardi di dollari, circa 200 milioni in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Il miglior trimestre precedente a questo è stato sempre il terzo del 2007, quando il gruppo aveva registrato utili per 1,38 miliardi.

E le previsioni per il 2016 sono rosee: Carnival si aspetta un 2016 con un reddito netto in crescita del 3,5 per cento, intorno ai 3,3 miliardi. «Siamo sulla buona strada per arrivare a un quarto di utile in più, con una cassa operativa intorno ai 5 miliardi», commenta l'amministratore delegato e presidente Carnival Arnold Donald (foto). «Questo poi – continua – è stato il trimestrale più forte della nostra storia conferma gli sforzi in corso per espandere la domanda dei consumatori in eccesso. I ricavi durante la stagione estiva sono stati sostenuti da forti performance sia dal Nord America che dall'Europa, oltre ai Caraibi e all'Alaska».

• I ricavi lordi sono cresciuti dello 0,6 per cento, quelli netti del 2,7 per cento

• I costi di viaggio, inclusi quelli per il carburante, sono diminuiti dello 0,2 per cento, ma se si esclude quest'ultima voce il rincaro è del 5,5 per cento

Per quanto riguarda le previsioni per il prossimo anno, i prezzi delle prenotazioni anticipate sono sensibilmente più elevati a causa di un numero inferiore di posti. Dal mese di giugno i volumi di prenotazione per la prima metà del 2017 sono inferiori rispetto a quest'anno.

Recentemente Carnival ha firmato con i cantieri Meyer Werft e Meyer Turku un memorandum per la costruzione di tre nuove navi da crociera da 180mila tonnellate. Due saranno realizzate in Finlandia, l'altra in Germania, con consegna tra il 2020 e il 2022. Saranno alimentate a gas.