|
adsp napoli 1
14 giugno 2024, Aggiornato alle 14,44
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

forges4
Armatori

Carburanti alternativi, in Giappone si convertono le cinture di ancoraggio dei veicoli a bordo

Nel progetto è impegnata, insieme ad altre aziende nipponiche, la compagnia armatoriale NYK Line

(Ph: Seably.com)

Le aziende giapponesi NYK Line, NYK Trading Corporation, Azbil Yamatake Friendly e Kayama Kogyo hanno iniziato a riciclare le cinghie di ancoraggio dei veicoli usurate per convertirle in combustibile solido. Le cinture, riferisce Offshore-Energy, erano precedentemente utilizzate sulle bisarche gestite da New York e hanno superato la data di scadenza.

Azbil Yamatake Friendly raccoglierà e separerà le cinghie di ancoraggio in parti metalliche e cinture. Kayama Kogyo produrrà quindi carta derivata dai rifiuti e combustibile densificato in plastica (Refuse Paper and Plastic Fuel - Rpf) dai nastri di plastica. Il combustibile Rpf ha un elevato potere calorifico e viene utilizzato come sostituto dei combustibili fossili come carbone e coke.

Ogni anno nell'intera flotta di autovetture NYK gestite da New York vengono smaltite circa 200 mila cinghie di ancoraggio. Se tutte queste cinture venissero riciclate, potrebbero essere convertite in circa 20 tonnellate di carburante Rpf. Quando il 6 aprile è iniziato il riciclaggio, sono state raccolte circa 27 mila cinghie di ancoraggio usate dalla nave da carico Sagittarius Leader nel porto di Nagoya.

In precedenza, le cinghie di ancoraggio che avevano esaurito la loro vita utile in base agli standard di sicurezza di NYK venivano smaltite come rifiuti industriali o vendute come prodotti usati. D'ora in poi, le cinghie di ancoraggio scartate verranno riciclate in carburante Rpf e riutilizzate come risorsa energetica.
 

Tag: ambiente - ro-ro