|
napoli 2
24 ottobre 2020, Aggiornato alle 12,38
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Infrastrutture

Campania, cantieristica nautica si prepara a riaprire

Con le nuove disposizioni regionali, da oggi iniziano le procedure di manutenzione e sanificazione in vista della riapertura nazionale del 4 maggio

(Nautica Imperia Services and Shipyard/facebook)

La cantieristica navalmeccanica della nautica in Campania si prepara per la riapertura di lunedì prossimo. Con l'ultima ordinanza, quella del 25 aprile, la Regione avvia da oggi le procedure di sanificazione dei cantieri "leggeri" (lo stabilimento Fincantieri a Castellammare di Stabia è semi-operativo da una settimana).

La disposizione del governatore Vincenzo De Luca organizza le "operazioni e gli interventi propedeutici alla riapertura di attività ricettive, balneari e produttive". Da oggi e fino al 3 maggio sono consentite, coordinandosi con la Prefettura, le attività di conservazione, manutenzione, pulizia e sanificazione dei locali dedicati alla cantieristica nautica.

Gennaro Amato, presidente di Afina (Associazione Filiera Italiana Nautica) e Pni (Polo Nautico Italiano), ha calcolato che la perdita di incassi per il settore si aggira sul 45 per cento. Ora, con queste nuove disposizioni, si premia «il riconoscimento - afferma Amato - del lungo lavoro compiuto al fianco delle istituzioni, e supportato da tutte le forze politiche, per limitare, nel rispetto della pandemia e delle relative misure di sicurezza adottate, i danni economici di un comparto produttivo e della sua filiera che produce economia e posti di lavoro, ma che rischiava il default totale se si fosse persa l'intera stagione che concentra gli sforzi produttivi e programmatici della filiera nautica».