|
adsp napoli 1
13 aprile 2024, Aggiornato alle 12,00
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Politiche marittime

#Bastavaschette, la battaglia di Marevivo contro gli imballaggi monouso in plastica

Ogni cittadino europeo, avverte l'associazione ambientalista, genera quasi 180 chili di questo tipo di rifiuti l'anno


"Osserva l'immagine qui sopra. Cosa vedi? Frutta, verdura?" L'invito arriva da nota di Marevivo, che aggiunge subito dopo: "Noi vediamo soltanto una cosa: tantissima plastica". L'associazione ambientalista comincia così la sua campagna contro l'uso (e l'abuso) di queste confezioni che finiscono per danneggiare gravemente l'ecosistema. 

"Sicuramente – spiega la responsabile relazioni istituzionali di Marevivo, Raffaella Giugni –  ti sarà capitato di trovarti di fronte a questi ‘mostri' di plastica al supermercato, costretto ad acquistare i prodotti preconfezionati in vaschetta e non sfusi. Ogni anno solo in Italia vengono utilizzati oltre 1,2 miliardi di vaschette in plastica per l'ortofrutta, pari a 25 tonnellate circa, ogni cittadino europeo genera quasi 180 chili di rifiuti da imballaggio l'anno, in media mezzo chilo al giorno".

Perché è così grave?
Queste confezioni, molto spesso non riciclabili, possono essere dannose per la nostra salute: secondo uno studio condotto dall'Università Vrije di Amsterdam e pubblicato sulla rivista Environment International, la plastica è ormai presente anche nel nostro sangue, viaggia nelle nostre membrane fino a depositarsi negli organi. Non è un caso che la plastica sia stata trovata perfino nel tessuto polmonare, nel latte materno, nella placenta, nell'acqua potabile e nel cibo che mangiamo.

Senza dimenticare che le vaschette, come tutti gli articoli in plastica monouso, hanno un impatto ambientale enorme che va dalla loro realizzazione fino allo smaltimento spesso non corretto. Non solo: finendo nel mare sono causa di danni importanti per gli animali marini, che muoiono per soffocamento dopo aver ingerito i frammenti di plastica, o vengono intrappolati dai rifiuti più grossi.

"Abbiamo lanciato la campagna #Bastavaschette – ricorda la responsabile di Marevivo – con l'obiettivo di far conoscere il problema e di chiedere al governo una legge che vieti utilizzo eccessivo di confezioni, in linea con la proposta di regolamento della Commissione europea. Se non interveniamo subito, entro il 2030 vedremo un ulteriore aumento  dei rifiuti provenienti da imballaggi di plastica del 46 per cento".

I quattro consigli di Marevivo:
1. Compra SFUSO!
2. Preferisci imballaggi compostabili e riciclabili
3. Diffondi il nostro messaggio ai tuoi contatti  (condividi ora su whatsapp)
4. Fai un'azione concreta: dona ora e unisciti alla nostra battaglia