|
napoli 2
27 novembre 2021, Aggiornato alle 09,59
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Logistica

Autotrasporto, Fai: green pass anche agli autisti stranieri

Il presidente di Conftrasporto-Confocommercio sottolinea come l'obbligo solo per gli italiani sta creando problemi di concorrenza, oltre ad aumentare il rischio di contagi

(Secretaría de Movilidad de Medellín/Flickr)

L'introduzione del gren pass in Italia, ma non allo stesso modo degli altri paesi europei, sta creando problemi nel mercato dell'autotrasporto, rendendo poco concorrenziale quello degli autisti italiani. Lo afferma il presidente di Conftrasporto-Confcommercio e della Federazione degli Autotrasportatori Italiani (FAI), Paolo Uggè.

«Se l'autista proveniente dall'estero non ha il green pass, allora le operazioni di carico e scarico non devono essere effettuate», secondo Uggè. Il riferimento è alla circolare emanata oltre una settima fa dal ministero delle Infrastrutture e da quello della Salute, che esenta gli autotrasportatori provenienti dall'estero dall'obbligo del green pass a condizione che le operazioni di carico/scarico delle merci siano effettuate da altro personale. Secondo Uggè andrebbe rivista, perché «appare evidente che la possibilità consentita ad autisti esteri provenienti da Paesi nei quali i livelli di Covid stanno purtroppo riprendendo vigore rischia di consentire a conducenti contagiati di agire da veri e propri diffusori del virus. Tutto questo non è accettabile».

«L'alternativa è tornare per tutti ad applicare le norme previste dal Protocollo sottoscritto all'inizio della pandemia, che si è dimostrato estremamente utile», conclude il presidente di Conftrasporto-Confcommercio.

-
credito immagine in alto