|
napoli 2
09 luglio 2020, Aggiornato alle 22,38
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Eventi

Autorità portuali, Napoli e Salerno al Seatrade

I due enti campani presentano in Florida la propria offerta turistica e le potenzialità delle rispettive strutture


Ci sono anche le Autorità portuali di Napoli e Salerno alla ventottesima edizione del Seatrade, la più importante fiera del settore crocieristico mondiale in corso fino a giovedì 17 marzo a Fort Lauderdale, in Florida.

L'offerta del porto di Napoli
L'Ap del capoluogo campano opera in stretta sinergia con l'assessorato al Turismo del Comune di Napoli e con il Terminal Napoli, con l'obiettivo comune di valorizzare il territorio e la città come destinazione turistica di eccellenza, ricca di bellezze paesaggistiche, storia e tradizioni. Lo stand di quest'anno è caratterizzato dall'immagine di un Vesuvio in piena eruzione, ricco di colori e rappresenta lo spazio ideale all'interno del quale proiettare video istituzionali e promozionali delle tante meraviglie della Regione. Napoli è, da anni ormai, al terzo posto nelle classifiche dei porti crocieristici italiani, dopo Civitavecchia e Venezia, con 1.269.600 passeggeri per 445 approdi nel 2015, numero per il quale è previsto un incremento del 20% nel 2016. Consapevole dell'importanza del Seatrade, all'evento partecipa anche il nuovo Ceo del Terminal Napoli, Tomaso Cagnolato.

L'offerta del porto di Salerno
Secondo il presidente dell'Ap di Salerno, Andrea Annunziata, il Seatrade Cruise Global è un'occasione da non perdere per essere presenti nei cataloghi delle principali compagnie di navigazione e per avere un grande ritorno di immagine e una visibilità immediata a livello globale. "La promozione del comparto crocieristico – aggiunge Annunziata – rappresenta un investimento, che porterà vantaggi a Salerno e a tutta la provincia. E grazie all'inaugurazione della Stazione Marittima e al nuovo Polo crocieristico e alle offerte per i croceristi di fare escursioni, shopping e soggiornare nelle strutture ricettive, la ricaduta economica sarà estremamente positiva sia nelle località costiere che in quelle interne". Lo scalo salernitano sta registrando importanti risultati di crescita del traffico crocieristico, con un notevole incremento delle prenotazioni, passate da 37mila a 200mila passeggeri.