|
napoli 2
04 aprile 2020, Aggiornato alle 18,32
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

speciale1
Logistica

Autoisolamento, esentato l'autotrasporto

Fai-Conftrasporto precisa che il decreto ministeriale che obbliga alla quarantena per 14 giorni chi entra in Italia non vale per gli autisti che lavorano per imprese con sede in Italia

(Ahn Young-joon/AP)

Le nuove disposizioni ministeriali che obbligano all'autoisolamento chiunque, con qualsiasi mezzo, rientri in Italia, non valgono per gli autisti di mezzi pesanti che trasportano merce. Lo precisa Fai-Conftrasporto agli associati.

Con decreto del 17 marzo il ministero dei Trasporti non applica l'autoisolamento al «personale viaggiante appartenente alle imprese con sede legale in Italia», cioè ai conducenti delle imprese italiane impegnati in trasporti internazionali. Per tutti gli altri, vige da ieri l'obbligo, per chi rientra in Italia tramite trasporto aereo, marittimo, ferroviario e stradale, anche se asintomatico, a fare due azioni immediate, più un'altra circostanziale: comunicare l'ingresso al dipartimento di prevenzione della ASL competente; sottoporsi a sorveglianza sanitaria ed isolamento fiduciario per 14 giorni; in caso di insorgenza di sintomi da COVID-19, segnalare la situazione alla ASL con i numeri telefonici appositamente dedicati. Una deroga è prevista per chi entra in Italia per lavoro e limitatamente a 72 ore, che autocertifichi detta esigenza lavorativa (deroga prorogabile con altre 48 ore, sempre motivate).