|
napoli 2
10 agosto 2020, Aggiornato alle 10,19
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Infrastrutture

Anversa collauda la barca-scandaglio autonoma

Il battello Echodrone  è in grado di operare nello scalo belga in condizioni di traffico marittimo intenso


Nelle acque del Belgio è attualmente in fase di collaudo una barca di scandaglio completamente autonoma per effettuare le misurazioni della profondità dell'acqua in ambito portuale. Il battello, denominalo Echodrone, è stato sviluppato dal Porto di Anversa in partenariato con la società di tecnologia marittima con sede a Bruges dotOcean.

 

L'Authority portuale spiega che uno dei compiti della barca è l'ispezione e la manutenzione dell'infrastruttura marittima, compresi i letti delle banchine. Ciò implica, riferiscono port.today e Cisco, misurazioni regolari della profondità delle acque presso gli ormeggi ed altri punti allo scopo di assicurare il passaggio e l'ormeggio sicuro alle navi e di pianificare i necessari lavori di dragaggio per la manutenzione.

 

Finora quest'attività è stata condotta dalla barca di scandaglio Echo. Il nuovo battello – lo Echodrone – è più piccolo della Echo ed è completamente autonomo, operando da sé senza nessuno a bordo. Questo lo rende più flessibile ed in grado di operare persino in condizioni di traffico marittimo intenso, cosa che la Echo non era in grado di fare.