|
napoli 2
20 ottobre 2020, Aggiornato alle 21,16
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Infrastrutture

All'Interporto Campano arrivano le colonnine di ricarica

Due stazioni di tipo Fast "Juice Pump" ad uso pubblico fino a 50 kW in corrente continua, per un totale di quattro punti di ricarica per le vetture elettriche

Una colonnina di ricarica di tipo Juice Pump

Due stazioni di ricarica per le vetture elettriche, con una potenza di 50 kW ciascuna. Sono operative nell'Interporto Campano, sulla base di un accordo con Enel X, la business line globale dei prodotti innovativi e digitali del Gruppo Enel. Quello della Campania è uno dei primi interporti italiani a dotarsi di colonnine di ricarica. Non hanno limitazioni di orario e potranno essere individuate sia dal sito Enel che dall'app Enel X, oltre a tutte le piattaforme degli operatori interoperabili.

Si tratta di due stazioni di tipo Fast "Juice Pump" ad uso pubblico, ognuna con due punti di ricarica fino a 50 kW in corrente continua che permettono di fare il pieno di energia a quattro veicoli elettrici contemporaneamente. Un'iniziativa che rientra nel Piano Nazionale per la mobilità elettrica che vede Enel X impegnata nell'installazione di 14 mila colonnine entro il 2022, per un totale di 28 mila punti di ricarica. Sul territorio nazionale le stazioni sono aperte alla gestione da parte di enti pubblici e privati e offriranno ricariche a 22 (quick), a 50 (fast) e fino a 350 kW (ultrafast).

Posti auto dedicati permettono di effettuare ricariche facilmente gestibili (anche in remoto) da operatori diversi grazie alla tecnologia dell'Electric Mobility Management. L'interoperabilità è particolarmente importante perché permette di effettuare la ricarica indipendentemente dalla società di vendita con cui il mezzo ha stipulato il contratto. L'app dedicata di Enel X, JuicePass, permette di sottoscrivere abbonamenti a consumo o flat.