|
napoli 2
24 giugno 2019, Aggiornato alle 11,22
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Click&Boat 2
Logistica

Adriatico, quest'anno è record di crocieristi e traghetti

Saranno 5 milioni e mezzo, un numero storico. Italia primo paese nelle cruiser, la Croazia nel cabotaggio

Il porto di Corfù

Quest'anno i crocieristi movimentati nei porti dell'Adriatico – principalmente Venezia, Corfù Dubrovnik – saranno 5,52 milioni, un record storico, pari al 7,3 per cento in più sul 2018. Li prevede Risposte Turismo nel suo Adriatic Sea Tourism Report, presentato dal presidente del centro studi, Francesco di Cesare, nel corso dell'Adriatic Sea Forum, tenutosi ad Ancona nei giorni scorsi.

La stima di Risposte Turismo si basa sui dati di 23 porti, praticamente la totalità di quelli che ospitano navi da crociera. Venezia guida il podio (1,56 milioni di passeggeri movimentati e 502 toccate nave), seguita da Corfù (787 mila e 416 toccate) e Dubrovnik (745 mila e 475 toccate). Il Paese leader è l'Italia, che movimenta quasi la metà del totale, seguita da Croazia e Grecia. Il Paese che cresce di più è la Slovenia mentre l'Albania è quello che sta movimentando meno crocieristi.

Sommando crociere e cabotaggio, la spesa turistica complessiva calcolata da Risposte Turismo è di 420 milioni di euro nel 2018, considerando le spese in: escursioni, pernottamenti, spostamenti per raggiungere il porto di partenza, shopping, cibo).

Cabotaggio adriatico
In crescita record anche il traffico di cabotaggio (traghetti e aliscafi), pari a 19,7 milioni di passeggeri. Il primo paese è la Croazia, seguita da Grecia e Italia.

Tag: crociere