|
napoli 2
04 luglio 2020, Aggiornato alle 10,35
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Infrastrutture

Ad aprile Salerno inaugura la stazione marittima

L'annuncio nel giorno della presentazione delle nuove opere. Dragaggi entro fine anno. In futuro una torre piloti e una darsena per i servizi tecnico-nautici. Rallenta Salerno Porta-Ovest. Ultim'ora: è morta l'archistar Zaha Hadid, che ha progettato la stazione marittima 


Ad aprile, forse il 25, è prevista l'inaugurazione della nuova stazione marittima del porto di Salerno. Per la conferma sulla data si sta aspettando l'ok del governo. Con ogni probabilità sarà proprio il premier Renzi ad inaugurare la nuova infrastruttura. L'annuncio nel corso di una conferenza stampa del presidente dell'Authority salernitana, Andrea Annunziata che aveva ad oggetto investimenti, modernizzazione infrastrutturale e sviluppo dei traffici. Un evento che arriva all'indomani del bilancio di previsione 2016 che prevede per quest'anno investimenti pari a 160 milioni e un avanzo di cassa dell'ente portuale di 1,5 milioni. «Abbiamo impegni fortissimi –ha confermato– su investimenti, piano regolatore, dragaggi, ampliamento banchine». Unica nota dolente i lavori di Salerno Porta Ovest. «Non abbiamo il sostegno e l'attenzione necessaria. Il commissario non è molto presente –ha denunciato Annunziata– e questo è un grave problema». Si tratta di un'opera importante –ha sintetizzato–che potrebbe non vedere la luce o, quantomeno, con tempi di realizzazione così lunghi da vanificare i vantaggi. «Ci vuole un commissario presente e responsabile», ha concluso sul tema. 

Sui dragaggi il presidente dell'Autorità ha relazionato con grande partecipazione. «Termineremo a fine anno. Entro l'inizio del 2017 prevediamo di ultimare il dragaggio nella parte crocieristica e la definitiva sistemazione dell'imboccatura del porto. Stiamo realizzando un'opera – ha sottolineato–  finora unica nella portualità nazionale che interesserà l'escavo di 7,5/8 milioni di metri cubi di materiali. Alla fine avremo un pescaggio alle banchine di 14 metri e all'accesso ed evoluzione del porto di 17 metri».

Purtroppo il dragaggio ha comportato problemi e disagi agli operatori e qualche defezione di nave è stata registrata. «Msc Crociere –ha detto Annunziata – quest'anno non verrà rinviando la sua presenza a Salerno al 2017. Abbiamo però suggerito di programmare meglio la partenza della nave, in quanto andar via alle 14 non fa bene alla città. In occasione del recente Seatrade di Miami abbiamo comunque ben promosso il porto. Abbiamo accordi da definire sia con Carnival sia con Disney».

In tema di piano regolatore il segretario generale Luigi De Luise ha aggiunto che è in dirittura d'arrivo e sarà adottato entro aprile. Altri elementi di novità, l'elettrificazione delle banchine che renderà il porto più ecocompatibile; l'ampliamento dei moli con possibilità di ormeggi in più; la realizzazione di una torre piloti e di una darsena, nello specchio commerciale, per i servizi tecnico-nautici. «In questo modo –ha aggiunto De Luise– aumenteranno le condizioni di sicurezza con riduzione anche di spese per l'utenza. La torre piloti fornirà, infatti, anche un punto d'osservazione consentendo ad alcune tipologie di navi la manovra senza pilota a bordo. Come avviene, ormai, in tanti porti nazionali».

Nonostante i lavori di ammodernamento che hanno caratterizzato buona parte dello scorso anno lo scalo salernitano continua a crescere. «Dopo un 2014 straordinario –ha concluso Annunziata– anche il 2015 è stato da record con un volume complessivo di 13 milioni di tonnellate: +13% nei container; +16% nelle merci varie; +2% nei traffici ro/ro e +32% nelle crociere. Il dinamismo del nostro porto è confermato dai 1.500 addetti diretti e gli oltre 5mila nell'indotto».