|
napoli 2
27 settembre 2021, Aggiornato alle 13,33
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Logistica

Ad agosto perde un quarto il mercato italiano dell'auto

Una brusca frenata, spiega Anfia, dovuta alle persistenti problematiche legate alla produzione e fornitura di semiconduttori


Preoccupante marcia indietro nel mese di agosto per il mercato italiano dell'auto, che totalizza 64.689 immatricolazioni (-27,3%) contro le 88.973 unità registrate ad agosto 2020. I volumi immatricolati nei primi otto mesi del 2021 rimangono comunque buoni e ammontano a 1.060.182 unità, il 30,9% in più rispetto ai volumi del periodo gennaio-agosto 2020. 

"Ad agosto – dichiara Paolo Scudieri, presidente di Anfia –, oltre al fattore stagionale caratteristico dei mesi estivi, dai volumi tradizionalmente bassi, hanno inciso sul pesante ribasso delle immatricolazioni di nuove auto le persistenti problematiche legate alla produzione e fornitura di semiconduttori, che stanno rallentando o addirittura bloccando la produzione di vari car maker in Europa e non solo e che determinano conseguenti ritardi nelle consegne dei nuovi veicoli venduti. Diventa quindi fondamentale accogliere in tempi rapidi la richiesta, avanzata da tempo dalla nostra associazione di estendere le tempistiche entro le quali i venditori sono tenuti a confermare l'operazione di vendita dei veicoli incentivati, così come quella di rifinanziare al più presto il fondo Ecobonus per l'acquisto di autovetture con emissioni da 0 a 60 g/km di Co2, il cui esaurimento, lo scorso 26 agosto – conclude Scudieri –, rende impossibile fruire di incentivi per l'acquisto di auto elettriche pure e ibride plug-in, essendo gli stanziamenti del DL Sostegni bis per il fondo complementare Extrabonus inutilizzabili".
 

Tag: automotive