|
adsp napoli 1
20 aprile 2024, Aggiornato alle 20,22
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Politiche marittime

Accise carburanti marittimi, cluster contrario alla fine dell'esenzione

Il prossimo Consiglio dei ministri delle Finanze dell'Unione europea discuterà la proposta avanzata dalla commissione di revisione della Direttiva 96 del 2003

(kees torn/Flickr)

Alla vigilia del prossimo Consiglio ECOFIN dei ministri delle Finanze dell'Unione europea (la cadenza delle riunioni è mensile), Confitarma, Assogasliquidi-Federchimica e UNEM-Unione Energie per la Mobilità (aderente a Confindustria) ribadiscono le forti preoccupazioni sulle discussioni in corso in merito all'eliminazione dell'esenzione dalle accise per i carburanti utilizzati nel trasporto marittimo, contenuta nella proposta avanzata dalla Commissione di revisione della Direttiva sulla tassazione dell'energia (la numero 96 del 2003 - con acronimo ETD) nell'ambito del Pacchetto "Fit for 55".

I presidenti Mario Zanetti (Confitarma), Andrea Arzà (Assogasliquidi) e Gianni Murano (Unem), nell'esprimere il ringraziamento e l'apprezzamento per la posizione contraria assunta dal governo italiano sul testo di compromesso, avanzato dalla presidenza belga del Consiglio Ue e ritenuto insoddisfacente, ribadiscono l'importanza del mantenimento dell'esenzione fiscale sulle attività di rifornimento carburanti ad un settore riconosciuto come «strategico - scrivono in una nota congiunta - peraltro già pesantemente penalizzato dalla recente entrata in vigore della disciplina ETS. Non possiamo permetterci - conclude la nota- di mettere ulteriormente a rischio risorse utili agli investimenti delle imprese nella ricerca sui nuovi combustibili, fondamentali per rispondere all'ambiziosa sfida della decarbonizzazione, adottando misure penalizzanti per l'economia, la sicurezza energetica e, indirettamente, per la stessa tutela dell'ambiente».

-
credito immagine in alto

Tag: ambiente