|
napoli 2
25 settembre 2020, Aggiornato alle 17,23
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Armatori

A Panama transitano poche portacontainer

Tra le due e le tre unità al giorno nel nuovo canale espanso, un terzo della capacità. Lo rendono noto le compagnie marittime nel corso del Toc Americas


Inaugurato ad agosto dell'anno scorso, il nuovo espanso canale di Panama ad oggi vede ancora troppi pochi transiti. Lo rende noto Matthias Dietrich, vicepresidente senior di Hamburg Sud per i Caraibi e l'America Latina nel corso di Toc Americas, manifestazione dedicata al mondo mercantile sudamericano che si conclude oggi a Cancún, in Messico. 

«Le prenotazioni per neo-panamax sono state scarse il mese scorso. Solo per qualche giorno si sono contati quattro transiti quotidiani, per il resto si parla di due o tre di media», spiega Dietrich. Si tratta di un terzo della capacità totale, ed è una situazione generalizzata a prescindere dall'armatore che utilizza il canale. Il direttore Msc per la west coast Hernán Salazar ha detto che la compagnia con sede a Ginevra ha ridotto il transito settimanale da diciotto a nove, anche se la dimensione media è ovviamente aumentata passando da 4,600 teu (il limite massimo prima che il canale aggiungesse una nuova via d'acqua più grande) a 6,400. A poco più di un anno dall'espansione, infatti, il canale panamense ha visto un incremento del 13 per cento della capacità totale dei servizi. Per Salazar questa situazione, al netto del forte ridimensionamento del traffico marittimo mondiale subito negli ultimi anni, non è preoccupante. «Il canale – spiega - non è mai stato destinato ad essere riempito dal giorno dopo l'espansione. Abbiamo osservato 162 transiti di navi portacontainer da allora e 159 unità si sono già prenotate per il prossimo anno».