|
napoli 2
17 gennaio 2022, Aggiornato alle 18,09
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Armatori - Logistica

48 mila TEU di navi nel porto di Gioia Tauro

Ieri l'attracco contemporaneo di due portacontainer da 24 mila TEU, Msc Sixin ed Msc Amelia, che confermano il ruolo di trasbordo dello scalo calabrese

Msc Sixin ed Msc Amelia nel porto di Gioia Tauro

Lo scalo di Gioia Tauro si conferma l'unico porto italiano in grado di ricevere i giganti del mare. Sulle banchine del primo polo di trasbordo della penisola sono attraccate contemporaneamente due portacontainer da 24 mila TEU, tra le più grandi in circolazione, Msc Sixin ed Msc Amelia, che, in mattinata, dopo le operazioni di carico e scarico, continueranno la loro viaggio verso altri scali portuali internazionali.

Provenienti dall'Asia, dopo aver lasciato Port Said e attraversato il canale di Suez, proseguiranno il loro viaggio nel Mediterraneo verso Valencia e Barcellona, per poi rientrare in Asia. «Dalla stazza delle meganavi – si legge in una nota dell'autorità portuale - entrambe dotate di lunghezza di 400 metri e 61 di larghezza, viene così sottolineata l'alta infrastrutturazione dello scalo calabrese, che conferma il suo primato nazionale nel settore del transhipment, grazie anche al lavoro sinergico tra l'Autorità di Sistema portuale dei Mari Tirreno Meridionale e Ionio e la Capitaneria di Porto di Gioia Tauro che garantisce la sicurezza della navigazione lungo il canale portuale».

Capace di ricevere e lavorare tre portacontainer nella stessa turnazione di lavoro, grazie agli spazi di approdo e ai fondali di 18 metri, Gioia Tauro è inserito nelle toccate dell'alleanza armatoriale 2M, costituita dalle due compagnie del trasporto marittimo containerizzato Maersk Line e Mediterranean Shipping Company.