|
Porto di Napoli
17 gennaio 2019, Aggiornato alle 14,03
intersped

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

200 milioni in due anni per i porti regionali della Campania

Con la delibera della Giunta, la Regione ha avviato una fase di ammodernamento dei 49 porti regionali


di Paolo Bosso

«Abbiamo calcolato che servono in tutto 200 milioni. Contiamo di recuperarne altri 50 milioni nei prossimi due anni», spiega Luca Cascone, presidente della Commissione Trasporti della Regione Campania, in merito alla delibera di martedì della giunta regionale che ha avviato un piano di finanziamenti per rinforzare, ammodernare e potenziare i 49 porti della regione (di cui 4 sono approdi). 66 milioni di euro provengono dalla regione, altri 80 milioni sono previsti nell'ultima delibera del Cipe, per un totale di 146 milioni. Per intenderci, non sono fondi che riguardano gli scali gestiti dall'Autorità di sistema portuale del Tirreno centrale, cioè Napoli, Salerno e Castellammare di Stabia.

Alla Direzione generale per la Mobilità dell'ente regionale è affidato il compito di disciplinare i rapporti con ciascun Comune, con priorità agli interventi di manutenzione, sicurezza, dragaggio e successivamente funzionalità. «Il prossimo passo -conclude Cascone - sarà realizzare un bando, insieme ai Comuni, in cui stabilire le priorità e selezionare le opere con una sufficiente maturità progettuale, preferendo i progetti esecutivi».

-
Immagine in alto, Pozzuoli