|
adsp napoli 1
03 febbraio 2023, Aggiornato alle 09,44
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Logistica

17 navi in contemporanea a Gioia Tauro. Nuovo record

Di queste, due sono sulla banchina nord, quella gestita da Automar che anche nel 2023 vede i traffici in crescita


La piena operatività del porto di Gioia Tauro è testimoniata dai suoi numeri, che offrono l'immagine della piena efficienza di uno scalo portuale che continua ad inanellare primati e record di ormeggi. Oggi, 2 gennaio, il principale scalo italiano di trasbordo container ha inanellato un nuovo record, quello delle navi in contemporanea in banchina, ben diciassette. Un evento reso possibile anche dalla profondità dei suoi fondali (18 metri), per i quali sono attualmente in corso i lavori di livellamento.

Il 2022 è stato l'anno che ha registrato un vistoso balzo in avanti dei traffici del terminalista Automar, che gestisce il trasbordo delle autovetture, e che oggi ha visto la presenza contemporanea, tra le 17 navi in porto alle 8 del mattino, di due navi attraccate alla banchina nord in gestione ad Automar, che segna anche per il 2023 una previsione dei traffici in continua crescita. 

Il porto di Gioia Tauro, toccata di riferimento della compagnia Mediterranean Shipping Company, può accogliere mega portacontainer di 400 metri di lunghezza e 61 di larghezza, capaci di trasportare oltre 24 mila TEU. Il traguardo delle 17 navi, scrive l'autorità portuale in una nota, è stato reso possibile dal «costante lavoro, pianificato dall'Autorità di sistema portuale dei Mari Tirreno Meridionale e Ionio, guidata dal presidente Andrea Agostinelli, per definire l'ulteriore crescita del porto di Gioia Tauro. Quello di oggi è stato un importante risultato realizzato attraverso un quotidiano gioco di squadra, animato dalla continua sinergia tra l'Autorità di Sistema portuale dei Mari Tirreno Meridionale e Ionio, la Capitaneria di Porto di Gioia Tauro e i Servizi tecnico-nautici, che garantiscono, 24 ore su 24, la sicurezza della navigazione lungo il canale portuale».