|
napoli 2
12 novembre 2019, Aggiornato alle 18,13
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Click&Boat 2
Politiche marittime

Zolfo, iniziativa italo-francese per le basse emissioni nel Mediterraneo

L'idea sostenuta congiuntamente dai rispettivi ministri dell'Ambiente in occasione della riunione G7 di Metz


Una iniziativa congiunta per ottenere la dichiarazione di un'area ECA (a basse emissioni di zolfo e ossidi di azoto) per l'intero Mediterraneo. Hanno deciso di portarla avanti il ministro dell'Ambiente Costa e il suo omologo francese De Rugy, che si sono incontrati in occasione della riunione G7 Ambiente di Metz. Auspicano in questo modo di dare un decisivo contributo alla riduzione delle emissioni in atmosfera derivanti dal traffico marittimo e prevenire i conseguenti impatti dannosi sull'ambiente marino e sulla salute delle popolazioni delle aree costiere.

Una proposta in tal senso era già giunta nel settembre 2017 da parte del sindaco di Civitavecchia, Antonio Cozzolino, che aveva scritto ai sindaci delle 54 città portuali italiane sollecitando "azioni congiunte per la riduzione dell'inquinamento portuale e del trasporto marittimo".

L'obiettivo dell'iniziativa italo-francese è di adottare alla prossima Conferenza delle Parti della Convenzione di Barcellona sulla protezione dell'ambiente marino del Mediterraneo, che si svolgerà a Napoli il prossimo dicembre, una decisione che impegna tutti i Paesi del Mediterraneo a predisporre una proposta di dichiarazione del Mediterraneo quale area ECA da presentare all'Organizzazione Marittima Internazionale.
 

Tag: ambiente - zolfo