|
adsp napoli 1
01 luglio 2022, Aggiornato alle 18,27
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Infrastrutture

Zes Interregionale Ionica, siglato protocollo d'intesa tra AdSP e commissario straordinario

L'accordo propedeutico per l'individuazione di tecnologie digitali, semplificazioni operative e procedurali a favore degli operatori e delle imprese che beneficeranno della Zona Economica Speciale

Floriana Gallucci e Sergio Prete

Oggi a Taranto, nella sede dell'Autorità di sistema portuale del Mar Ionio, è stato sottoscritto un protocollo di intesa tra il commissario straordinario del governo per la Zona Economica Speciale (Zes) Ionica, Floriana Gallucci, e il presidente dell'autorità portuale, Sergio Prete. L'accordo giunge a seguito delle interlocuzioni tra le parti per l'istituzione della Zes interregionale ionica Puglia-Basilicata, finalizzate a dare concreta attuazione alle previsioni normative di cui al D.L. 91 del 20 giugno 2017 e s.m.i., l'atto che istituisce e regola il funzionamento delle Zes in Italia, tutte allocate al Sud per rilanciarne l'economia puntando alle tecnologie digitali, alla semplificazione delle autorizzazione e all'avviamento d'impresa.

La Zes interregionale ionica copre complessivamente 2.579,41 ettari - di cui 1.518,41 in Puglia - dove il porto di Taranto rappresenta lo scalo marittimo di riferimento. L'intesa siglata tra commissario della Zes e l'autorità portuale della Puglia serve anche ad attivare lo sportello unico digitale dedicato presso il commissario straordinario. L'autorità portuale ionica si doterà, inoltre, di un regolamento per la Zes volto a disciplinare la gestione delle istanze di insediamento e delle procedure amministrative di competenza. Ad oggi per la Zes ionica sono state presentate quattro domande per investimenti in ambito portuale e retroportuale, attualmente in istruttoria, relativamente ai settori della logistica e dell'economia circolare.

Le parti si impegnano, altresì, ad intraprendere iniziative di marketing e promozione condivise utili a garantire l'attrazione, l'insediamento e la piena operatività delle attività produttive nell'ambito delle aree portuali della Zes Jonica. «Con la stipula del protocollo – afferma il presidente Prete – si concretizza ulteriormente la collaborazione tra l'organo di governo della Zes e la nostra autorità portuale, punto di riferimento della Zona economica interregionale. Possiamo accelerare l'iter delle istanze presentate dagli operatori e dalle imprese interessati a sviluppare attività economiche imprenditoriali o investimenti all'interno delle aree ricomprese nella perimetrazione Zes, opportunità ad elevato valore strategico per il territorio che contribuirà, in maniera incisiva, a valorizzare ulteriormente il patrimonio logistico ed infrastrutturale dello scalo ionico».

«Le Zes - afferma il commissario Gallucci - possono contribuire a rafforzare la competitività dei territori del mezzogiorno attraverso il sistema di trasporto alternativo basato sulle autostrade del mare nonché un nuovo modello di sviluppo in cui le attività portuali, retroportuali e di logistica avanzata rappresentino un nuovo volano di crescita votato all'attrazione di traffico data la naturale posizione di centralità geografica all'interno del Mediterraneo. Con questo protocollo – prosegue - si è formalizzato l'impegno con il presidente Prete, nato sin dalla mia designazione, ad intraprendere in modo condiviso ogni iniziativa di marketing e promozione utile a garantire l'attrazione, l'insediamento e la piena operatività delle attività produttive della Zes Jonica nell'ambito delle aree portuali».