|
adsp napoli 1
03 febbraio 2023, Aggiornato alle 11,38
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Armatori

Wind Hunter, il progetto Mol per navigare e produrre idrogeno col vento

La compagnia giapponese prevede di avviare la costruzione della nave autonoma nel 2024

(Ph: Mol)

La compagnia giapponese Mitsui OSK Lines (Mol) prevede di avviare nel 2024 la costruzione di Wind Hunter, una nave che produce idrogeno dotata di più vele rigide. Il progetto intende in pratica utilizzare la tecnologia delle vele rigide per catturare energia eolica durante i periodi di vento forte, generando nel contempo idrogeno da utilizzare durante le sezioni del viaggio con vento debole.

La nave da carico progettata da Mol, lunga tra i 60 e i 70 metri, sarà a emissioni zero e non avrà bisogno di fare rifornimento in quanto utilizzerà la propulsione assistita dal vento quando ci sono forti venti in combinazione con l'idrogeno prodotto a bordo per navigare. Le turbine sottomarine che ruotano nell'acqua genereranno elettricità che verrà utilizzata per elettrolizzare l'acqua pura ricavata dall'acqua di mare e produrre quindi idrogeno che sarà immagazzinato in un serbatoio e trasportato in modo sicuro ed economico.

Quando il vento sarà debole, la nave utilizzerà l'idrogeno immagazzinato per alimentare una cella a combustibile che fornirà elettricità, alimentando le eliche elettriche che spingono la nave in avanti. La nave è progettata per poter navigare autonomamente, senza equipaggio a bordo, con la più recente tecnologia digitale che ne consentirà il monitoraggio e la gestione da remoto. 
 

Tag: navi