|
napoli 2
16 ottobre 2019, Aggiornato alle 08,32
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Click&Boat 2
Eventi

Unrae riunisce a Bologna mille aspiranti autoriparatori

L'associazione rappresentanti autoveicoli esteri ritiene che nei prossimi cinque anni serviranno oltre 5 mila addetti specializzati nel settore


Mille aspiranti autoriparatori riuniti a Bologna. In occasione di Autopromotec 2019 (28° Biennale Internazionale delle attrezzature e dell'after-market automobilistico) in corso nel capoluogo emiliano, l'Unrae (Unione Nazionale Rappresentanti Autoveicoli Esteri) ha organizzato un evento, alla presenza appunto di circa mille studenti, dedicato alle nuove frontiere dell'autoriparazione, per interrogarsi su quale futuro ci possa essere per i giovani nel settore. 

In Italia ci sono circa 60 mila imprese attive nel comparto dell'autoriparazione, di cui circa 15 mila nelle reti ufficiali, e il settore è in crescita: con questa iniziativa si è voluto sottolineare come le imprese non riescano a reperire sul mercato del lavoro specialisti "meccatronici" da impiegare per la diagnostica e l'assistenza dei veicoli industriali, divenuti nel frattempo sempre più sofisticati dal punto di vista dei contenuti tecnologici. 

"Approfittando dell'importante tribuna offerta da Autopromotec - ha affermato Franco Fenoglio, presidente della Sezione Veicoli Industriali di Unrae - abbiamo voluto creare un incontro con i giovani per sondare e stimolare l'interesse a lavorare nel nostro settore, fornendo opportunità concrete ed immediate. Nei prossimi 5 anni serviranno alle reti delle nostre imprese, che costruiscono e assistono i veicoli industriali, oltre 5.000 addetti specializzati. Sto parlando - ha sottolineato Fenoglio - di imprese che portano nomi prestigiosi quali Daf, Isuzu, Man, Mercedes-Benz Trucks, Nissan, Renault Trucks, Scania, Volvo Trucks".