|
napoli 2
24 luglio 2021, Aggiornato alle 15,43
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Infrastrutture

UniCredit finanzia Sanlorenzo con 20 milioni di euro

Un plafond per i crediti dei fornitori del costruttore di Ameglia. 15 milioni al cantiere e altri 5 milioni allo sport utility Blugame

(sanlorenzoyacht.com)

Un plafond da 15 milioni di euro per i fornitori. Li finanzia UniCredit a Sanlorenzo, grosso costruttore di yacht fondato nel 1958, con un portafoglio ordini (al 17 dicembre 2019) che lo piazza al secondo posto nel mondo per 87 progetti di costruzione complessivi (+13% sul 2018).

L'accordo con UniCredit prevede l'accesso immediato alla liquidità tramite un anticipo sui crediti dei fornitori verso Sanlorenzo. Altri 5 milioni potranno essere utilizzati dai fornitori di Bluegame, società del gruppo Sanlorenzo che produce sport utility sempre per gli yacht.

Nello specifico, il sistema del credito utilizza lo U-Factor Confirming, una piattaforma digitale proprietaria UniCredit per i pagamenti destinati alle aziende della catena produttiva. Si possono caricare le fatture da liquidare e i fornitori, a loro volta, possono controllare i riconoscimenti dei pagamenti o cedere le fatture per un pagamento anticipato. 

«Nella prima metà del 2020, caratterizzato dalla pandemia e da periodi di lockdown, la domanda di working capital è cresciuta esponenzialmente in Europa», spiega Simone Del Guerra, amministratore delegato di Unicredit Factoring. Con l'accesso alla liquidità in questi termini si «libera capitale e risorse – continua Del Guerra - per le imprese, stabilizzando i cicli di fornitura e di pagamento, consentendo un accesso continuativo al credito basato su un asset fondamentale come quello del rapporto commerciale strategico tra fornitori e clienti».

Il gruppo Sanlorenzo produce yacht tra i 24 e i 70 metri. La sede è ad Ameglia, in provincia di La Spezia. Impiega circa 500 "colletti bianchi" e oltre mille tra subfornitori e operai specializzati. Nel 2019 i ricavi sono stati pari a circa 456 milioni.

-
credito immagine in alto