|
napoli 2
22 maggio 2019, Aggiornato alle 13,57
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Click&Boat 2
Armatori - Logistica

Un magnete da 200 tonnellate, il project cargo di Tarros a La Spezia

È un pezzo della nuova centrale nucleare di Cadarache, in Francia


Carico eccezionale al Terminal del Golfo del porto di La Spezia. È stata Master Project, società del gruppo Tarros, a gestire le operazioni di trasporto e imbarco di un magnete, prodotto da ASG Superconductors, del peso lordo di oltre 200 tonnellate, pezzo fondamentale per la realizzazione della centrale nucleare di nuova generazione ITER, in corso di costruzione nel Sud della Francia, a Cadarache.

La complessa operazione, coordinata dagli uomini del terminal, è iniziata nella notte di giovedì e si è conclusa a fine mattinata. Più di venti uomini coinvolti, due carrelli SPMT (self-propelled modular transporters) utilizzati, più diversi altri mezzi, e due gru di ultima generazione.

«Si tratta di una serie di dieci imbarchi eccezionali, che stanno rendendo Master un'azienda leader nel settore di trasporto di superconduttori con competenze tecniche e specializzazioni di alto livello, non frequenti nel settore del project cargo», spiega Paolo Pellegrini, amministratore delegato di Master Project.

Tag: la spezia - tarros