|
adsp napoli 1
29 novembre 2022, Aggiornato alle 18,32
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Politiche marittime

Un anno dal commissariamento del porto di Ancona

Il presidente di Federlogistica Marche, Andrea Morandi: "Non è un anniversario gioioso. Le imprese non riescono a programmare"

Andrea Morandi, presidente di Federlogistica Marche (facebook.com)

«È passato un anno da quando l'Autorità di sistema portuale dell'Adriatico Centrale non ha più un presidente, e da circa sei mesi manca un segretario generale». Lo ha affermato Andrea Morandi, presidente di Federlogistica Marche, ricordando come il sistema portuale di Ancona sia commissariato da troppo tempo. Gli altri porti sono Falconara, Pescara, Pesaro, San Benedetto del Tronto e Ortona.

Attualmente a guidare la struttura commissariale c'è Giovanni Pettorino, già comandante delle Capitanerie di porto. «Non è un commissario straordinario, ma uno straordinario commissario dell'Autorità di sistema del mare Adriatico Centrale», continua Morandi, ma «oggi celebriamo un anniversario non gioioso per le imprese del comparto, che se da un lato con proprie risorse e capacità riescono a tenere la barra dritta, dall'altro con una presidenza dell'authority ancora vacante non riescono a pianificare in modo compiuto progetti di lungo termine a fronte di investimenti già programmati e in parte realizzati». 

«Lo shipping – conclude il presidente di Federlogistica Marche - è un settore soggetto a mutamenti rapidi e continui, dove il tempo gioca un ruolo determinante. In questo contesto, aggravato anche dagli effetti della pandemia da Covid-19, la portualità italiana e ancor più quella marchigiana necessitano di una governance stabile, capace di favorire i traffici e dunque il lavoro delle imprese. Basta tergiversare, è arrivato il tempo di decidere, affinché una delle infrastrutture cardine delle Marche esca dall'attuale impasse. Lo chiedono le aziende, i lavoratori e i territori».

-
credito immagine in alto

Tag: ancona