|
adsp napoli 1
24 aprile 2024, Aggiornato alle 19,49
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Armatori

Tutela ambiente marino, formazione per ufficiali di coperta MSC Crociere

"MSC Bellissima" è stata scelta come unità pilota per il suo passaggio nel Santuario Pelagos


Formazione finalizzata alla tutela dell'ambiente per MSC Crociere che ha annunciato ieri una nuova partnership con Orca (Oceans Research & Conservation Association), associazione dedita alla conservazione dell'ambiente marino, con l'obiettivo di offrire agli ufficiali di coperta della compagnia un corso di formazione volto a ridurre la probabilità di collisioni con balene, delfini e focene negli oceani di tutto il mondo. Gli ufficiali di coperta a bordo di MSC Bellissima saranno i primi a partecipare al programma di formazione online. La nave è attualmente in navigazione nel Mediterraneo dal porto di Genova ed è stata scelta come unità pilota per il suo passaggio nel Santuario Pelagos, una vasta area marina di 87.500 chilometri quadrati e 2.022 chilometri di costa nota per ospitare numerose specie marine. 

Il progetto prevede la formazione del personale operativo della nave in merito ai mammiferi marini che è possibile incontrare durante la navigazione, nonché sulle migliori pratiche per evitare potenziali impatti con la nave. Il capitano Minas Myrtidis, VP Environmental Operations & Compliance di MSC Crociere, ha dichiarato: "Insieme ad Orca siamo in grado di svolgere un ruolo fondamentale contribuendo alla protezione dei mari per le generazioni future. Siamo impegnati a sostenere la salute dei nostri oceani e la collaborazione con gli esperti per introdurre una formazione e un'educazione su misura è un ulteriore passo avanti positivo".

Una volta completata la sperimentazione su MSC Bellissima, il corso, erogato in modalità e-learning, sarà esteso all'intera flotta di 22 navi di MSC Crociere, compresa quindi anche la nuova unità MSC Euribia che sarà battezzata l'8 giugno a Copenaghen e trascorrerà la sua stagione inaugurale alla scoperta dei fiordi. La nave, come anche le altre unità più recenti della compagnia, sarà dotata di un sistema di propulsione che bilancia l'ambiente di pressione creando bolle d'aria in prossimità delle eliche. Questa e altre misure, tra cui l'isolamento per ridurre il rumore e le vibrazioni delle apparecchiature meccaniche, contribuiscono a minimizzare l'impatto sull'ecosistema marino, in particolare sui mammiferi che lo abitano. L'impegno di MSC Crociere per la tutela dell'ambiente marino, ha già visto nel 2022 la compagnia dirottare le sue navi al largo della costa occidentale della Grecia per ridurre il rischio di collisione con i capodogli in via di estinzione nel Mediterraneo.