|
napoli 2
25 settembre 2020, Aggiornato alle 17,23
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Logistica

Tunnel sotterranei, la nuova frontiera delle spedizioni

Lanciata in Gran Bretagna l'idea di una rete di gallerie per il trasporto pacchi. Anche Amazon progetta qualcosa di simile


Quando l'imprenditore ed ingegnere Roger Miles espose nel 2003 al governo del Regno Unito la propria idea relativa ad un sistema di consegna sotterraneo, gli venne detto che esso "non investe in idee strampalate". Secondo Miles, riferiscono Ft.com e Cisco, il dipartimento dei trasporti riteneva che il suo piano di realizzare una rete di tunnel per trasportare i pacchi – un'idea sviluppata nell'epoca vittoriana a Londra – non costituisse un'alternativa economicamente fattibile ai treni ed ai camion che normalmente movimentano le consegne. Ma l'Onu prevede che entro il 2050 il 68% della popolazione mondiale vivrà in aree urbane. 

Tale cambiamento demografico incrementerà la necessità di capire come recapitare le merci ai consumatori in queste megacittà congestionate e tentacolari in modo efficiente e senza danneggiare l'ambiente. Al fine di risolvere questo dilemma, i governi e le imprese stanno prendendo più sul serio sistemi di consegna sotterranei. "Se dovremo risolvere la crisi climatica, avremo bisogno di soluzioni innovative" afferma Phil Davies, direttore commerciale della Magway, un corriere che sta sviluppando la tecnologia per trasportare pacchi attraverso una rete di tubi. Il sistema utilizza motori magnetici, alimentati dall'elettricità, per fare la spola con moduli pieni di merci attraverso tubi sopra e sotto il terreno che misurano 90 centimetri di diametro. E a sottolineare la serietà dell'idea, bisogna ricordare che anche Amazon ha proposto nel 2017 un progetto simile che prevede l'utilizzo di un sistema di levitazione magnetica per far viaggiare i pacchi rapidamente in una rete di cunicoli che metterebbe in comunicazione i magazini della società di Seattle con gli aeroporti.