|
napoli 2
13 agosto 2020, Aggiornato alle 08,28
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Armatori

Trimestre difficile per Cma Cgm

Il profitto netto cala del 90 per cento. Ma i volumi di trasporto sono sempre positivi


«L'acquisizione del 25 per cento di CEVA è stato un passo importante, recupereremo nella seconda metà dell'anno». Le rassicurazioni del CEO, Rodolphe Saadé, stemperano un trimestre difficile per l'armatore francese Cma Cgm che ha visto calare il profitto netto del 90 per cento, scendendo a 22,7 milioni di dollari (213 milioni nel secondo trimestre 2017). La causa è nel prezzo del bunker, superiore del 40 per cento negli ultimi mesi, passando da 613 milioni di dollari a oltre 852 milioni. 

Al contrario, sempre nell'ultimo trimestre, il trasportato sta andando bene grazie alla ripresa dei volumi della rotta transpacifica Asia-Golfo del Messico. Cala il ricavo medio per container, del 2,1 per cento. 

Semestre
Allargando al semestre, i ricavi sono cresciuti del 12 per cento a poco più di 11 milioni di dollari. L'ebitda segna un -56 per cento (993,9 milioni) e l'ebit un -77,6 per cento (732,3 milioni). Il trasportato è stato di 10 milioni di teu, in crescita di oltre il 12 per cento. Al 30 giugno la flotta è composta da 509 navi (+10%) per una capacità di carico di 2,6 milioni di teu (+8%).