|
napoli 2
08 dicembre 2021, Aggiornato alle 20,17
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Politiche marittime

Traghetti per le isole, quattro servizi su dieci sul mercato. Ok dell'ART

L'Autorità di Regolazione dei Trasporti approva il piano del ministero dei Trasporti, che vuole liberalizzare le Livorno-Cagliari, Brindisi-Catania, Genova-Olbia-Arbatax e la Napoli-Palermo. Manifestazione d'interesse per la Civitavecchia-Olbia

(Mariano Mantel/Flickr)

Liberalizzando il 40 per cento delle linee, l'Autorità di Regolazione dei Trasporti (ART) ha valutato positivamente la verifica di mercato del ministero dei Trasporti sui collegamenti marittimi con le isole italiane (Sardegna, Sicilia, Isole Tremiti) atti a garantire la continuità territoriale. Vengono aperti al mercato quattro collegamenti su dieci attualmente in convenzione. Le novità sono riassubili in tre punti.

I quattro collegamenti liberalizzati sono: Livorno-Cagliari, Brindisi-Catania, Genova-Olbia-Arbatax e Napoli-Palermo. La scelta è caduta su questi servizi perché, spiega l'ART, la «presenza consolidata di operatori in concorrenza ha fatto cessare le condizioni di fallimento di mercato che giustificavano l'intervento pubblico attraverso il ricorso ad un regime di compensazioni».

Sulla Civitavecchia-Olbia verrà avviata una manifestazione di interesse per obblighi di servizio pubblico "orizzontali", ovvero che abbiano un'effettiva regolarità.

Infine, contratto di servizio da affidare con gara per cinque collegamenti via mare: Napoli-Cagliari, Palermo-Cagliari, Genova-Porto Torres (invernale), Civitavecchia-Cagliari-Arbatax e Termoli-Tremiti. Per queste rotte, afferma l'ART, c'è «mancanza di garanzie che il libero mercato, senza l'intervento pubblico, possa soddisfare le esigenze della domanda». L'Autorità però ha fornito anche alcune indicazioni per le successive procedure di affidamento.

Leggi la delibera dell'ART

Tagliare quasi la metà delle rotte marittime di cabotaggio attualmente sovvenzionate dallo Stato, secondo l'ART, «produrrà un significativo risparmio di risorse pubbliche impiegate per garantire la continuità territoriale con le isole maggiori e le Tremiti».

Complessivamente i servizi di cabotaggio marittimo hanno registrato in Italia, nel 2019, circa 79 milioni di passeggeri imbarcati e sbarcati, di cui circa il 2,5% è riconducibile ai servizi di cabotaggio con le isole oggetto della convenzione MIT-CIN. Rispetto al solo mercato relativo a tali collegamenti, i servizi oggetto della convenzione MIT-CIN hanno garantito il trasporto di circa il 30% dei passeggeri totali.

Nel 2019 i servizi di cabotaggio marittimo hanno registrato in Italia circa 79 milioni di passeggeri imbarcati e sbarcati, di cui circa il 2,5 per cento è riconducibile ai servizi di cabotaggio con le isole oggetto della convenzione tra ministero dei Trasporti e Compagnia Italiana di Navigazione, che ha acquisito anni fa l'ex compagnia di bandiera Tirrenia. Rispetto al solo mercato relativo a tali collegamenti, i servizi oggetto della convenzione MIT-CIN hanno garantito il trasporto di circa il 30 per cento dei passeggeri totali.

-
credito immagine in alto

Tag: cabotaggio