|
napoli 2
23 settembre 2020, Aggiornato alle 19,31
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Infrastrutture

Taranto apre i cantieri del Falanto Port Service

Il 18 giugno l'inaugurazione dei lavori per un polo destinato alle crociere e ai cittadini


Sabato 18 giugno, alle ore 9.30, presso il porto mercantile del porto di Taranto, al molo San Cataldo, sarà inaugurato il cantiere ed avviati i lavori del "Centro Servizi Polivalente per usi portuali". Alla cerimonia, che prevede la partecipazione dei rappresentanti delle istituzioni locali e regionali, sarà presente il viceministro allo Sviluppo Economico Teresa Bellanova.

Il progetto del centro polivalente, rinominato Falanto Port Service Center (immagine in alto, un render), è stato scelto tramite un concorso di progettazione del 2008 e vinto dall'architetto Rosario Pavia. L'opera sarà realizzata in testata del molo San Cataldo, sarà visibile dalla città e consentirà di compiere un ulteriore passo verso una riqualificazione del waterfront ed il potenziamento dell'interrelazione tra porto e città, «rafforzando - spiega l'Autorità portuale di Taranto in una nota - un'identità fondata sulla fusione armonica della cultura urbana e marittima, dove il mare rappresenta la principale risorsa in grado di innescare processi di sviluppo locale e di rigenerazione urbana sostenibili nel tempo». La presenza nell'edificio di spazi destinati all'accoglienza di crocieristi e passeggeri, dopo la conferma degli scali della nave Thomson Spirit a partire dal 2017, consentirà di promuovere lo scalo anche come porto crocieristico in sinergia con gli altri porti pugliesi, consentendo di realizzare una maggiore polifunzionalità.

Il contratto con la rete temporanea di imprese Christian Color srl di Taranto/ Cardinale srl/ Antonacci Termoidraulica srl è pari a 6,63 milioni di euro e prevede la conclusione dei lavori in un anno.

Dopo l'inaugurazione, seguirà, presso il Castello Aragonese, un workshop sul tema "Interventi di valorizzazione archeologica, culturale e turistica dell'area jonica", teso a porre in evidenza alcune delle realtà progettuali più significative del territorio, tra le quali il "MArTa" e il "Contratto Istituzionale di Sviluppo". Le conclusioni del convegno sono affidate al presidente S&D al Parlamento europeo, Gianni Pittella.