|
Porto di Napoli
17 gennaio 2019, Aggiornato alle 14,03
intersped

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Armatori

Tar Lazio sospende multa da 29 milioni per Moby e Cin

Prossima udienza a maggio 2019, in ballo un'ammenda per abuso sulle direttrici Sardegna-terraferma


Tutela cautelare accordata. Tutto rimandato al 22 maggio 2019. Fino a quel giorno è sospesa la multa da 29,2 milioni di euro comminata a marzo dall'Agcm a Moby e Compagnia Italiana di Navigazione (Cin), entrambe società del gruppo Onorato. Lo ha deciso il Tar Lazio, stabilendo l'udienza e congelando una multa per abuso di posizione dominante in tre direttrici merci tra terraferma e Sardegna (Nord Sardegna-Nord Italia, Nord Sardegna-Centro Italia, Sud Sardegna-Centro Italia).

Il Tar del Lazio ha stabilito che «l'invocata tutela cautelare può essere accordata limitatamente alla sospensione della sanzione pecuniaria». Moby e Cin, per non far decadere la sospensione, dovranno prestare comunque entro trenta giorni «una cauzione di importo pari a quello della sanzione irrogata, anche tramite idonea polizza fideiussoria». Il gruppo Onorato ha commentato in una nota la sospensione come il «riconoscimento della fondatezza di quanto affermato dalle due compagnie», quando a marzo Vincenzo Onorato ha parlato di una «vendetta del sistema Italia-lobby contro l'occupazione del personale italiano».