|
napoli 2
05 luglio 2020, Aggiornato alle 21,21
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Logistica

Stazione Centrale di Napoli, al via l'adeguamento dei binari

Gli interventi di Rfi dureranno circa due anni, per un investimento di 24 milioni di euro 


E' cominciata la prima fase di adeguamento dell'assetto dei binari della stazione di Napoli Centrale, come previsto dal nuovo Piano Regolatore Generale (Prg) ferroviario. I lavori, funzionali a costruire e rinnovare 9 chilometri di binari elettrificati e posare-rinnovare 51 deviatoi, saranno eseguiti per fasi, sette in tutto, e dureranno complessivamente circa due anni, con un investimento complessivo oltre 24 milioni di euro.

Tutte le attività, assicurano le Ferrovie dello Stato, sono svolte con tempi e modalità tali da rendere minime le interferenze con la circolazione dei treni e ridurre al minimo possibili disagi alla clientela. Il Prg ferroviario di Napoli Centrale prevede anche interventi di manutenzione straordinaria all'infrastruttura ferroviaria e all'attuale impianto Acei (Apparato Centrale Elettrico a Itinerari), con il quale gli operatori regolano e controllano l'arrivo e la partenza dei treni e le manovre in stazione di convogli e locomotori.


Interventi propedeutici, aggiungono le Fs, alla realizzazione del nuovo Acc (Apparato Centrale Computerizzato) che gestirà e monitorerà tutte le attività nel principale nodo ferroviario cittadino. Gli interventi, la cui esecuzione è stata internalizzata, saranno coordinati e gestiti dagli ingegneri, dai tecnici specializzati e dalle maestranze di Rete Ferroviaria Italiana con il supporto delle ditte appaltatrici di manutenzione. L'investimento economico è finanziato dal Fondo Sviluppo e Coesione per il Sud, le risorse sono assegnate nell'ambito del "Contratto Istituzionale di Sviluppo per la realizzazione della Direttrice Napoli - Bari - Lecce - Taranto".