|
Porto di Napoli
25 settembre 2018, Aggiornato alle 16,07
intersped

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Naples Shipping
Eventi

Stati generali del mare, Napoli programma il 2018

Si chiude la prima edizione. Conferenza stampa con De Magistris, Villani e Spirito, che promette: "L'anno prossimo partiremo con il museo del mare nei Magazzini Generali"


La Blue Economy, l'economia che deriva dalla risorsa mare, è centrale nei programmi degli Stati generali del mare promossi dal Comune di Napoli con la collaborazione e condivisione di enti, istituti, circoli, imprenditori, associazioni ed artisti. A fare il primo bilancio dell'iniziativa il sindaco della città, Luigi De Magistris, il presidente dell'Autorità di sistema portuale, Pietro Spirito e  la delegata del sindaco alla risorsa mare, Daniela Villani. «Sono molto soddisfatto del lavoro svolto – ha detto De Magistris- Finalmente c'è una visione strategica della risorsa mare, sia sull'impatto cittadino sia sul porto. Tra le priorità del 2018 l'apertura del molo San Vincenzo per una fruizione completa dell'infrastruttura. Spero che ciò avvenga prima della fine della legislatura». Anche da Bagnoli e San Giovanni, i punti ad ovest ed est della città, arrivano segnali e notizie positive. Si tratta di due polmoni importanti per lo sviluppo di interessanti realtà. «Nel 2018 -ha confermato il sindaco- metteremo in campo le migliori azioni». 

«La competizione si fa sul mare», ha esordito Spirito. «Ma con la Zes, che coinvolge un territorio nel quale punti centrali saranno i porti di Napoli e Salerno, daremo una spinta sostenuta alla centralità e sviluppo economico regionale». Spirito ha poi ricordato che tra un mese, a partire dal prossimo gennaio, l'Autorità di sistema si completerà con la fine del commissariamento amministrativo del porto di Salerno. «Se verso fine 2017 abbiamo dato il via ai lavori dell'Immacolatella Vecchia, il prossimo anno -ha sostenuto- sarà la volta dei Magazzini Generali».

Daniela Villani, dopo aver ricordato il lavoro svolto dagli Stati generali sulla base di un programma che la Delega al mare ha tenuto con una vasta rete di soggetti e che ha prodotto due incontri, tre conferenze di servizi e la programmazione di 53 eventi, ha sintetizzato gli obiettivi per il 2018: spiagge libere attrezzate; unioni civili sulle spiagge; consulta del mare; finanziamenti attività legate al mondo del mare; sharing del mare e portale del mare.