|
Porto di Napoli
18 settembre 2018, Aggiornato alle 16,23
intersped
Informazioni Marittime
Naples Shipping

Smaltimento rifiuti in porto, incentivi Ue per le navi virtuose

Il Consiglio dei Trasporti europeo prevede il pagamento di una tassa indiretta per le unità ormeggiate


Prevedono incentivi alle navi per lo smaltimento dei loro rifiuti a terra le norme aggiornate dal Consiglio Trasporti, telecomunicazioni e energia dell'Unione europea che la scorsa settimana ha adottato un orientamento generale sul progetto di direttiva relativa agli impianti portuali di raccolta per il conferimento dei rifiuti delle navi.

 

La riforma della normativa prevede che le navi paghino una tassa indiretta che conferirà il diritto di consegnare i loro rifiuti in un porto, tassa che dovrà essere pagata indipendentemente dal fatto che le navi consegnino o meno i rifiuti in porto. La tassa si applicherà anche ai pescherecci e alle imbarcazioni da diporto e il suo ambito sarà quindi esteso anche dello smaltimento delle reti da pesca non più utilizzate e degli scarti della pesca.

 

L'importo della tassa sarà basato sul principio del recupero dei costi del servizio erogato. Sconti sulla tassa saranno concessi a quelle navi che potranno dimostrare di effettuare una gestione sostenibile dei rifiuti a bordo. Prima che possa entrare in vigore, il testo finale della riforma dovrà essere approvato sia dal Consiglio che dal Parlamento europeo.

Torna su