|
Porto di Napoli
15 dicembre 2018, Aggiornato alle 12,25
intersped

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Sea Shepherd festeggia quarant'anni con un libro

Il 22 giugno la ong ambientalista presenterà a La Spezia un libro fotografico


Per i quarant'anni di Sea Shepherd, ong di tutela dell'ambiente marino, Skira editore ha realizzato un libro fotografico che ne racconta la storia. Sarà presentato il 22 giugno a La Spezia nel corso della manifestazione Seafuture. Due le introduzione del libro, firmate da Paul Watson, fondatore, e Paul Hammarstedt. 

Sea Shepherd è stata fondata nel 1977 dal capitano Paul Watson a Vancouver, in Canada, con la missione di proteggere e conservare la fauna marina. Ufficialmente costituito come Sea Shepherd Conservation Society nel 1981, oggi il movimento ha sedi in oltre venti paesi, una flotta di dodici navi e migliaia di volontari.

Grazie alle donazioni, nel 2017 Sea Shepherd ha celebrato il suo quarto decennio di conservazione marina con un record di venticinque campagne in un anno. Dall'Oceano Antartico e dal Golfo di Guinea nell'Africa occidentale al Mar Baltico in Germania e al Golfo del Messico in California, l'equipaggio di Sea Shepherd ha lavorato in collaborazione con le autorità locali per combattere la pesca illegale, non dichiarata e non regolamentata, ha rimosso migliaia di reti da pesca e raccolto prove per condannare i bracconieri. Le campagne sulle coste hanno protetto i nidi delle tartarughe marine in via d'estinzione, rimosso tonnellate di pericolosi detriti dalle spiagge e dai corsi d'acqua e denunciato il trasporto illegale di pinne di squalo nel Sud-Est asiatico.

In quarant'anni anni di attività Sea Shepherd ha intrapreso oltre 200 viaggi attraverso gli oceani del mondo per difendere e salvare la vita degli animali marini. Questa è la sua storia. 
 
-
Immagine in alto, da sinistra, Locky Maclean (sinistra), Paul Watson, Alex Cornelissen