|
napoli 2
02 dicembre 2021, Aggiornato alle 13,00
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Personaggi

Scompare Giacomo Costa, l'armatore consulente

È morto a 92 anni il decano della famiglia di imprenditori genovesi, figlio di Angelo Costa. Confitarma: "Un esponente della nostra storia"

Giacomo Costa

All'età di 92 anni scompe Giacomo Costa, il decano degli armatori della famiglia Costa, figlio dell'imprenditore genovese ed ex presidente di Confindustria Angelo Costa. 

Alla guida della Langano fino al 1983, l'azienda con il nome dell'ultima nave di Costa sopravvissuta alla seconda guerra mondiale (dal 1996 la compagnia è parte del gruppo statunitense Carnival con il nome di Costa Crociere), dagli anni Ottanta si è dedicato alla consulenza aziendale nello shipping. È stato presidente di Premuda dal 1984 al 2002 e di UMS Generali Marine, membro del consiglio delle Assicurazioni Generali e di UK P&I Club. In Confitarma è stato membro del Comitato Esecutivo dal 1977 al 1984, vicepresidente dal 1979 al 1984 e membro del Consiglio Confederale fino
al 1994.

«Con lui se ne va un altro esponente della nostra storia che ha svolto un ruolo importante per l'armamento italiano», commenta il presidente di Confitarma, Mario Mattioli. «Ricordo - continua - il discorso che tenne a Genova il 9 ottobre 2001, in occasione della tavola rotonda organizzata da Confitarma con l'Associazione Industriali della Provincia di Genova, per celebrare la figura di suo padre, Angelo Costa, per molti anni presidente di Confitarma e di Confindustria, che ha contribuito in modo significativo alla evoluzione economica del nostro Paese. Giacomo Costa ha voluto ricordare soprattutto i valori umani, di verità e libertà che Angerlo Costa ha trasmesso ai suoi figli e il fatto che egli considerava le cariche associative un servizio e una restituzione dei doni avuti. Diceva che nei consigli delle associazioni c'è chi accetta la carica per servire e chi per servirsene, e assicurava che non aveva mai chiesto a un'autorità per sé un favore, che non avrebbe potuto ottenere per qualsiasi altro  associato».

Tag: lutto