|
napoli 2
26 novembre 2021, Aggiornato alle 15,42
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Politiche marittime

Sburocrazia e Porta Ovest, le priorità di Annunziata per Napoli e Salerno

Una volta insediatosi, il neo presidente dell'Autorità di sistema portuale del Tirreno Centrale avvierà un confronto con imprese, i lavoratori e i dipendenti dell'Adsp

Salerno Porta Ovest (googlemaps)

Riavviare i lavori di Salerno Porta Ovest e confrontarsi con le parti sociali per velocizzare le attività portuali. Saranno queste le prime cose di cui si occuperà, una volta insediatosi, il nuovo presidente dell'Autorità di sistema portuale del Tirreno Centrale, Andrea Annunziata. La priorità sarà «il confronto con le parti sociali, gli imprenditori, i sindacati e i dipendenti dell'Autorità di sistema portuale».

Intervistato da Anteprima24, il neo presidente si è soffermato sulla ripresa dei lavori di Salerno Porta Ovest, la bretella di collegamento tra porto e autostrada destinata al traffico pesante. «È un'opera che va avanti da dieci anni, dai tempi del presidente Bonavitacola, da prima che guidassi il porto di Salerno», ha detto. «Siamo stati i primi a sollevare il problema autostrade, con il viadotto che rischiava di crollare dopo l'escavo delle gallerie e l'impresa responsabile dei lavori che è fallita. Il crollo del Ponte Morandi ha poi dimostrato la scarsa attività di manutenzione generale». 

A proposito della necessità di sburocratizzare le attività portuali, accelerando la circolazione delle merci e dei mezzi in ingresso e uscita dai porti di Napoli e Salerno, Annunziata ha detto che verrà «messa a punto una strategia che verrà fuori dal confronto con gli imprenditori che lavorano nel porto, con i sindacati e le istituzioni. Non ho una ricetta speciale, se non quella che mi offriranno le parti sociali».

Tag: napoli - salerno