|
adsp napoli 1
22 aprile 2024, Aggiornato alle 16,27
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Infrastrutture

Salerno Container Terminal cresce del 12% nel primo trimestre

La struttura del gruppo Gallozzi ha acquisito nuove compagnie di navigazione tra la fine del 2022 e l'inizio del 2023


Il primo trimestre del 2023 dovrebbe chiudersi con una crescita pari a circa il 12% per il traffico contenitori di Salerno Container Terminal (gruppo Gallozzi). Una tendenza positiva che potrebbe caratterizzare l'intero anno in corso, grazie soprattutto a nuove compagnie di navigazione acquisite tra fine 2022 ed inizi 2023. "Nell'ambito di strategie orientate ad un percorso di miglioramento continuo - afferma Agostino Gallozzi, presidente di Salerno Container Terminal - abbiamo messo in atto alcune iniziative tese ad accrescere la qualità delle performances operative, con una riduzione dei tempi di permanenza delle navi in banchina e dei tempi di attesa dei camion in entrata ed uscita dal porto".

Il terminal SCT 2
È entrato in attività il nuovo terminal SCT 2, attraverso la realizzazione di una vera e propria area retro-portuale ubicata nella zona industriale di Salerno, alla uscita autostradale di Salerno Est. SCT 2 si estende su un piazzale di circa 30 mila metri quadri, con una grande officina di 1200 mq (alta 12 metri) per la manutenzione, riparazione, ricostruzione, lavaggio, verniciatura, dei contenitori. Il terminal è attrezzato con 4 top-loaders mezzi meccanici per la movimentazione di contenitori vuoti, capaci di accatastare in 8 file di altezza, 2 gru semoventi di piazzale (reach stacker) per la movimentazione dei contenitori pieni ed altri mezzi meccanici minori. Presso la struttura retroportuale - pienamente integrata con le funzioni operative di Salerno Container Terminal - saranno delocalizzate alcune delle attività attualmente svolte nel porto commerciale di Salerno. Oltre al decongestionamento delle aree portuali, si conseguirà anche un miglioramento della circolazione dei camion, considerato che tra i 200 ed i 300 ingressi giornalieri di mezzi pesanti verranno trasferiti dal porto all'area retroportuale. 

Nuova gru di piazzale (RTG)
Con l'obiettivo di incrementare la produttività dell'area portuale, migliorando la fase operativa di riconsegna dei contenitori pieni import, Salerno Container Terminal ha definito con Liebherr il contratto per la fornitura di un nuovo RTG (carro ponte di piazzale), taglia "maxi", il maggiore in funzione in Europa, con capacità di accatastamento su 10 + 1 file in larghezza e 6 + 1 file in altezza. La nuova macchina sarà ad alimentazione elettrica e rappresenta un tassello del piano di transizione energetica ed ambientale messo in atto, che porterà alla realizzazione di un terminal contenitori ad emissioni zero nell'arco di cinque anni. Il nuovo carro ponte verrà consegnato al terminal portuale dopo la prossima estate. Un secondo nuovo RTG, sempre dedicato all'import, arriverà nei mesi successivi.