|
adsp napoli 1
17 luglio 2024, Aggiornato alle 13,52
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

forges4

Ricerca e soccorso in mare, tenuto a Bari il workshop internazionale

Il Regional Frontex Search and Rescue è stato organizzato congiuntamente dalla medesima agenzia europea e dalla Guardia Costiera italiana


Si è tenuto a Bari il Regional Frontex Search and Rescue Workshop, organizzato congiuntamente dalla medesima agenzia europea e dalla Guardia Costiera italiana con l'obiettivo di discutere tematiche di comune interesse con le principali istituzioni ed organizzazioni coinvolte nelle funzioni di Guardia Costiera e rafforzare le sinergie operative tra la Grecia e l'Italia nel settore della ricerca e soccorso in mare nel bacino marittimo adriatico-ionico.

Il comandante generale delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, ammiraglio ispettore Capo (CP) Nicola Carlone e il Director of Division Operational Support di Frontex, Antoine Jeulain, hanno sottolineato l'importanza di dover promuovere il dialogo che porti alla sottoscrizione di un accordo regionale nel bacino marittimo adriatico con lo scopo di coordinare gli sforzi e la cooperazione tra i Maritime Rescue Coordination Centre, migliorando così i tempi di risposta ed assicurando maggiore interoperabilità dei mezzi impiegati e professionalità agli equipaggi coinvolti.

Il workshop ha riunito 70 delegati provenienti dalle Guardie Costiere europee, mediterranee e quelle di alcuni paesi non dell'Unione europea inclusa la United States Coast Guard ed il Doha Joint Rescue Coordination Centre discutendo, unitamente a 20 rappresentanti di Organizzazioni ed Agenzie dell'Unione europea e delle Nazioni Unite, sull'importanza della cooperazione regionale nell'ambito delle attività di ricerca e soccorso in mare, condividendo, nella circostanza, le lessons learned acquisite nel corso di attività di soccorso marittimo che coinvolgono un elevato numero di persone – le cosiddette mass rescue operations - coordinate dalle diverse organizzazioni di Guardia Costiera intervenute.

Ai lavori del workshop è seguita una esercitazione complessa che si è svolta nelle acque antistanti il litorale barese in cui è stata simulata una Mass Rescue Operation coordinata dal centro operativo nazionale della Guardia Costiera italiana e dal centro secondario di Soccorso Marittimo di Bari che ha coinvolto circa 300 operatori ed 11 tra assetti aeronavali della Guardia Costiera italiana, della Guardia di Finanza, della Hellenic Coast Guard, dell'Agenzia Frontex, oltre ad un rimorchiatore proveniente dal porto di Bari ed un traghetto che ha simulato un'emergenza a bordo.