|
Porto di Napoli
16 novembre 2018, Aggiornato alle 11,30
intersped

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Armatori

Ricavi in aumento per Cma Cgm. Ma crescono di pi๠i costi

La compagnia francese ha perso 67 milioni nel primo trimestre


Una perdita netta di 67,2 milioni di dollari rispetto ad un utile netto di 91,7 milioni di dollari nello stesso periodo dell'anno scorso. E' in rosso il bilancio del primo trimestre 2018 annunciato dalla compagnia francese Cma Cgm che ha dovuto scontare un sensibile incremento dei costi operativi. L'Ebitda tra gennaio e marzo risulta pari a 219,1 milioni di dollari (-42,8%), l'Ebit a 115,1 milioni di dollari (-55,7%) e il core EBIT a 88 milioni di dollari (-65,1%).

 

Note positive
Il primo trimestre della società armatoriale si è chiuso con un accentuato aumento dei ricavi che sono stati pari a 5,41 miliardi di dollari, con un rialzo del 17,1% rispetto a 4,62 miliardi di dollari nel corrispondente periodo del 2017 che è stato generato anche dall'incremento dei volumi containerizzati trasportati dalla flotta.

 

Note negative
I costi operativi del gruppo si sono attestati a 5,19 miliardi di dollari, con un incremento del 22,5% prodotto tra l'altro dal rialzo dei costi del bunker (+32%), dei costi per la movimentazione dei carichi (+22,6%), delle spese per i noleggi di navi e per l'acquisto di slot (+12,8%), dei costi dei servizi di trasporto feeder e terrestri (+19,9%), delle spese per il noleggio di container e servizi logistici (+30,8%), delle tasse portuali (+25,1%) e dell'aumento di costi del personale (+13,5%).

 

Foto: P. Plisson