|
napoli 2
21 maggio 2019, Aggiornato alle 09,57
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Click&Boat 2
Politiche marittime

Regione Calabria: "Dove sono i 150 milioni per Gioia Tauro?"

Se lo domanda il vicepresidente della giunta regionale, Francesco Russo, che ha chiesto lumi a Conte e Toninelli

Francesco Russo

Dove sono i 150 milioni di euro che spettano al porto di Gioia Tauro? Se lo chiede il vicepresidente della giunta regionale, e assessore alla logistica della Regione Calabria, Francesco Russo, sulle pagine del Corriere della Calabria. Russo ha scritto al premier Giuseppe Conte e al ministro dei Trasporti, Danilo Toninelli, rendicontando nel dettaglio come andrebbero spese queste risorse che, precisa, sono a carico dello Stato e dell'Unione europea in quanto lo scalo è classificato nelle reti transeuropee di trasporto come porto "core". Risorse statali che rientrano nel Programma operativo nazionale (Pon) 2014-2020, invece che in quello regionale (Por). «È espressamente previsto che la Regione Calabria non possa spendere risorse POR nel porto di Gioia Tauro», precisa Russo.

I 150 milioni rientrano anche in un accordo stipulato a luglio 2016 che prevedeva profondi interventi di riqualificazione, oltre alla realizzazione di un importante bacino di riparazione per le portacontainer. Russo precisa che queste opere fanno capo per la maggior parte allo Stato, ovvero autorità portuale, Anas ed Rfi. Russo ha poi passato in rassegna altre opere da realizzare con questi fondi:

• Potenziamento posto di controllo San Ferdinando a standard 750 metri
• Elettrificazione secondo binario al target di 750 metri
• Potenziamento e prolungamento asse stradale ex-Asi1

Secondo Russo lo strumento dell'Area logistica integrata (Ali)  sarà quello che permetterà di ottenere i finanziamenti Pon 2014-2020. «Perché dei soldi Pon destinati da Bruxelles ad Ali Gioia Tauro, Roma non ha speso nemmeno un euro?», conclude Russo.