|
adsp napoli 1
04 dicembre 2022, Aggiornato alle 10,16
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Infrastrutture

Propulsori dual-fuel sulle metaniere, joint MAN e ABB

La multinazionale dei motori e quella elettrotecnica studieranno sistemi ibridi per le floating storage regasification unit


Alla recente fiera SMM di Amburgo, tenutasi dal 3 al 6 settembre, MAN Energy Solutions e ABB hanno firmato un accordo di cooperazione per sviluppare propulsori navali di nuova generazione, di tipo dual-fuel elettrico per le metaniere.

Il concept si chiama DFE+ e comprende un motore MAN 49/60DF rilasciato quest'anno e la tecnologia Dynamic AC di ABB. I due partner condivideranno i dati tecnici per integrare i propulsori di MAN con la gestione elettrico/elettronica di ABB. Il sistema si presta al retrofit, cioè ad essere installato su navi che hanno propulsori tradizionali. L'aspetto interessante è che può essere installato anche su unità di stoccaggio galleggianti o di rigassificazione di stoccaggio galleggianti, le floating storage regasification unit, o FSRU.

Come spiega Rune Lysebo, global head of sales ABB Marine & Ports, "per essere veramente a prova di futuro, le navi che vengono costruite oggi devono poter fare affidamento sulla flessibilità nell'approvvigionamento energetico. Il nuovo sistema di alimentazione e propulsione sarà ottimizzato per efficienza e conformità e avrà la flessibilità necessaria per ottenere le migliori prestazioni". Per Elvis Ettenhofer, head of marine four-stroke-Region Asia Pacific, MAN Energy Solutions, la collaborazione tra MAN Energy Solutions e ABB è "un forte segnale per il mercato".

.

Tag: ambiente